Dopo le botte ai poliziotti tenta la fuga anche in questura: in manette

Un 35enne senegalese è stato arrestato con diverse accuse. Ha aggredito e minacciato gli agenti sotto effetto di alcol

Una volante della polizia (Foto di archivio)

LECCE – In preda all'alcol, un uomo ha dato di matto. I poliziotti tengono sotto controllo la zona di via Duca degli Abruzzi, teatro in passato di diversi episodi di cronaca. L’ennesima attività di pattugliamento, nella serata di ieri, è terminata con un arresto. Intorno alle 20,30, infatti, il personale del Reparto prevenzione crimine e della sezione volanti, hanno proceduto al controllo di alcuni avventori.

Fra questi,  un individuo poi identificato per Papa Moussa Diame Samb, un 35enne di origini senegalesi, visibilmente ubriaco. Alla richiesta di fornire i documenti, il cittadino straniero ha cominciato a inveire contro gli agenti con frasi ingiuriose, rifiutando di farsi identificare e arrivando, persino, ad alzare le mani contro il personale della questura.

Accompagnato negli uffici di viale Otranto, il 35enne non si è calmato neppure durante il tragitto, né dopo essere giunto in questura. Tutt’altro: ha continuato a offendere, minacciando i poliziotti nel tentativo di scappare. Fuga che ha poi riprovato durante l’operazione di fotosegnalamento: in quegli istanti, infatti, il 35enne non aveva le manette ai polsi. Cercando di dileguarsi, ha avuto una colluttazione con due agenti: entrambi hanno riportato lievi ferite, giudicate guaribili in circa cinque giorni. SAMB Papa Moussa Diame-2

Al termine degli accertamenti, nei suoi confronti sono scattate le manette con l’accusa di violenza, lesioni, minacce, resistenza, oltraggio a pubblico ufficiale. Ai quali si aggiungono anche altri capi d’accusa:  danneggiamento aggravato, rifiuto di fornire le proprie generalità e mancata esibizione del permesso di soggiorno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Droga ed estorsioni, maxi operazione della polizia: 72 ordinanze

  • Agguato in autostrada ai tifosi del Lecce: un mezzo dato alle fiamme

  • Riti di affiliazione mafiosa e mire del clan su concerti e bische. "La Scu è ancora viva"

  • Malore alla guida, schianto sullo spartitraffico: 25enne in codice rosso

  • Due sinistri di ritorno dal mare: un uomo deceduto, l’altro gravemente ferito

  • Covid-19, chi rientra dalle zone colpite deve comunicarlo ai sanitari

Torna su
LeccePrima è in caricamento