Lanciano sacco dei rifiuti dal finestrino: dietro ci sono i carabinieri. Multata famiglia svizzera

L'episodio nel pomeriggio di ieri, nei pressi del campo sportivo di Salve. I militari hanno notato un suv, con a bordo padre, madre e due figli residenti a Zurigo, mentre imboccavano un sentiero di campagna. Scoperti sul fatto, durante l'abbandono della spazzatura all'aperto: pagheranno una sanzione di 210 euro

Foto di archivio

SALVE  - Il “rifiuto” per il senso civico ha un costo. E una multa. Ad essere sanzionati per abbandono di un sacco di immondizia, questa volta, una famiglia residente in Svizzera. Quella rigidità elvetica spesso tanto invocata in materia ambientale ha preso forma nel pomeriggio di ieri alla periferia di Salve.

I carabinieri del luogo, diretti dal maresciallo Tersigio Zezza, stavano eseguendo una ordinaria attività di controllo lungo le strade quando, all’improvviso, hanno notato un suv imboccare un sentiero di campagna. Uno dei numerosi nei pressi del campo sportivo, in direzione delle frazioni Ruggiano e Barbarano. Hanno seguito la vettura per scrutarne i movimenti: nel giro di alcuni secondi, un braccio è spuntato fuori dal finestrino e ha lanciato il sacco dei rifiuti. Così, come se fosse il gesto più normale e ovvio.

A bordo del mezzo un’intera famiglia. Lui di origini salentine da parte di genitori (e noto alle forze dell'ordine), ma nato in Svizzera e da anni residente a Zurigo e lei elvetica. Padre, madre e anche due figli nell’abitacolo. I militari dell’Arma li hanno immediatamente fermati e identificati. Nei loro confronti è scattata una sanzione di 210 euro. Poca cosa rispetto alla magra figura del gesto e alla caduta di stile. Oltre che al mito del rigore svizzero che comincia a mostrare segni di cedimento e più di un "buco" in stile Emmental.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (68)

  • Non mi importa di dove siano, la multa è irrisoria, chiederei delle penali molto più severe fino alla confisca del veicolo per coloro che abbandonano camionate di rifiuti nelle champagne. Per quanto riguarda le auto con targa svizzere noto che I presunti comportamenti più corretti vengono dimenticati al varco di Chiasso. Svizzeri e italiani si adeguano immediatamente e anche peggio. Ieri (29.7.2016) sulla SS101 notavo la guida aggressiva di alcuni targati svizzeri in totale contrasto con la calma da pecore che si incontra a Vevey o a Zurigo. Forse che tornando qui i peggiori si liberano di un anno di frustrazioni in modo selvaggio? Per chi abbandona rifiuti nelle campagne auspicherei la delazione, la confisca immediata del veicolo e il ritiro della patente obbligatorio a prescindere dalla targa, ovviamente. E' unitile inneggiare alla bellezza del Salento se poi due secondi dopo lo zio o il nonno o il cugino stanno abbandonando rifiuti nelle champagne, degli altri; accade poi che molti visitatori si conformino alle more locali, tanto carta più carta meno.....

  • Avatar di Pat
    Pat

    Nei commenti tutti definiscono l'autore dell'abuso il "salentino" residente in Svizzera, anche se di salentino non ha più niente essendo nato e cresciuto in Svizzera ed è solo di "origine" salentina. La moglie poi è elvetica e non ha nessuna origine italiana. Ma dato che gli stranieri sono perfetti agli occhi degli italiani, non possono attribuire una simile nefandezza ad uno svizzero, quindi per loro se ha compiuto un gesto simile, deve essere stato guidato dalla sua lontana e spregevole natura italiana. Inguaribili auto-denigratori, il peggior difetto degli italiani.

    • Sicuramente non l'avrà visto fare dagli svizzeri, ma dai suoi genitori. Poi parliamo di un tipo conosciuto dalle forze dell'ordine, questo mi fa pensare che poteva essere anche il figlio di Obama, ma sempre uno stxxxxo rimane.

    • Avatar di gio
      gio

      Sbagliato...vedo che sei ben iformato ma la conosco la Famiglia ...e anche la moglie e Italiana

    • Avatar di gio
      gio

      Buona sera Pat sei molto informato sulla famiglia ma ti sbagli perche la moglie e italiana.......

  • si tratta di ignoranza pura salentino o svizzero che sia; vedere terreni sommersi dai rifiuti rende tutto molto più accogliente in realtà... per quel porco la multa non è stata abbastanza salata!

  • beh, mi sembra un po pretestuoso l'articolo, che ironicamente vorrebbe, ma non puo neanche minimamente, uniformare la nostra maleducazione a quella svizzera. primo perche "l'eroe" della schifata è un salentino noto alle forze dell'ordine, anche se nato in svizzera, ne conosco tanti di questi transfughi, sempre alle prese con varie problematiche. secondo perche molti italioti residenti in svizzera, ove conducono vita esemplare, una volta calcato il suol natio, ridiventano i mister hide di sempre, cioè schifeggiano come solo noi sappiamo fare. evidentemente dalle parti elvetiche le leggi le fanno rispettare, qua no, semplice e orribile.

  • Sicuramente in svizzera non possono fare questo..... loro fanno altro..... in quel paese di banche strozzine, e quindi in ITALIA pensano di poter fare tutto,Un ringraziamento alle forze dell'ordine per l'impegno quotidiano.

    • Le banche non sono più nella lista nera, qualunque giudice viene in svizzera ed accede a tutti i conti che vuole. Se leggi qualche commento sopra, persone che conoscono l'allegra famigliola dicono che anche lei è Salentina. Nascere in Svizzera non per forza ti fa diventare una persona che rispetta le leggi, se i genitori sono dei cafoni avranno figli cafoni, l'avrà imparato da loro a buttare i rifiuti fuori dal finestrino

  • In merito ai mancati controlli sul territorio, specialmente quello rurale, se ci sono dei corpi di polizia indenni da colpe, questi sono proprio i Carabinieri e il Corpo forestale dello Stato, che qualche microcefalo vorrebbe addirittura eliminare. Di contro chi dovrebbero essere i massimi custodi dell'ambiente in ambito locale? Una domanda facile alla quale segue una risposta altrettanto facile: I Vigili Urbani o come si definiscono adesso con un nome altisonante voluto dai leghisti quando erano nel governo della nazione, Polizia Locale. Chi meglio di loro dovrebbe controllare il territorio comunale...tutto e non la piazza o il Corso dello struscio, invece, caso strano a comminare multe e sequestri per abusivismi e deturpamento del territorio, spesso leggiamo in cronaca locale che sono i sopracitati Corpi di Polizia, peraltro già oberati di altri compiti d'Istituto. Naturalmente non è corretto generalizzare perche ci sono Corpi di Polizia locale ben indirizzati dalle giunte e ben coordinati da alcuni comandanti, ma è innegabile che l'andazzo generale sarebbe tutto da rivedere.

  • Non è l'abbandono dei rifiuti in se che dobbiamo combattere ed eliminare, ma l'ignoranza, quella più profonda. Non solo dei cittadini salentini residenti in Svizzera, ma quella di tutte le persone ignoranti come questa famiglia che abbandonano rifiuti di qualsiasi genere nelle strade di campagna. Qui si parla anche di complimenti ai Carabinieri che hanno comminato la multa. Io non farei assolutamente i complimenti anzi se la situazione è questa la colpa è anche loro. Ci vuole senso civico, educazione e rispetto da parte di tutti, anche di coloro che sono residenti nel Salento, perché queste cose succedono in ogni stagione.

    • Ora e colpa anche delle forze dell ordine se la gente butta la spazzatura. Senza parole

      • La colpa è di tutti, anche delle Forze dell'Ordine. Certo il problema principale è l'educazione e il senso civico, ma non si può sempre sorvolare e far finta che sia normale. Esistono delle regole che vanno rispettate, ma esiste anche della gente ignorante e maleducata che non le rispetta, pertanto qualcuno deve provvedere. Prova a fare un giro nella zona del lago di Garda o in Trentino dove grazie al turismo l'economia permette di vivere degnamente a tutti. Lì oltre a trattare i luoghi pubblici con la stessa cura della proprietà privata le Forze dell'Ordine non hanno amici e non guardano in faccia nessuno se questi non rispettano le regole. Credi che sia la stessa cosa da noi? Altro che senza parole!

  • certo che il salentino residente in Svizzera non può essere paragonato al sistema di questa nazione che per la pulizia e smaltimento rifiuti è tra le prime al mondo,però visto che sono stato nel mese di maggio giù a Morciano di Leuca e che spesso mi sono inoltrato nelle strade di campagna di Salve ,lido marini ,posto vecchio , ne ho vista di schifezza è certamente non sono stati gli elvetici a lasciarla.

  • Noto alle forze dell'ordine. ..

  • Avatar anonimo di Emilio Faivre
    Emilio Faivre

    Solo per dirvi due parole, mie cari. Ho appena avuto da fonte molto più che attendibile (direi, inossidabile) alcuni dettagli che ho inserito personalmente nell'articolo e che rendono più nitido il quadro generale. Potete vedere personalmente facendo un raffronto fra il prima e il dopo. La mia collega non ha alcuna colpa per le lacune iniziali (che a volte riguardano me o altri, indifferentemente). Un giornale online si costruisce spesso strada facendo. Oggi ho messo mano a diversi articoli, aggiungendo particolari in corsa a versioni di altri colleghi. E spesso loro fanno così con i mie. Su un singolo caso capita che ci lavorino in molti. Funziona così. E' la differenza dal cartaceo, dove un giornale va in stampa a versione definitiva. Nell'online, spesso si susseguono diverse bozze. Le critiche al titolo, così come concepito rispetto a una versione iniziale, potevano anche starci. Ci mancherebbe. Anche se ho sorriso di fronte a quel signore che sosteneva la tesi secondo cui avessimo necessità di un titolo forte per qualche clic in più. Abbiamo da anni il 96 per cento di penetrazione sul territorio a livello di visibilità. Posso garantire che non abbiamo alcuna necessità di un solo clic in più. Se a volte sbagliamo o enfatizziamo, non è mai con dolo o cattiveria. Siamo umani. Come voi. Voi, non sbagliate mai?

    • Scusi Direttore ma, avendo letto queste precisazioni, le "scuse" per quanto scritto dalla sua collaboratrice si rivelano a maggior ragione inopportune. Sono di residenza, cittadinanza ed addirittura nascita elvetica, punto; cos'altro avrebbe dovuto asserire? Forse pubblicare il loro albero genealogico? Poi, anche se fosse, a me come ad altri, questa testata continua a piacere per aver sempre dato il senso di una famiglia che discorre sull'accaduto della giornata. Ed anche laddove avesse voluto ironizzare per attrarre un click in più? (es. "ma guarda un po' questa famigliola, ormai a tutti gli effetti svizzera, cosa ci combina...";) cosa ci sarebbe di male...non ravviso niente di falso o scorretto. La maggior parte di noi svolge un lavoro in cui è richiesto dalle circostanze seppure un semplice e lecito sorriso per accattivare anche un solo cliente in più. Non vedo perché solo voi dovreste comportarvi in maniera così asettica, come richiedono in tanti, soprattutto laddove non vi è nulla di travisato. Saluti

      • Avatar anonimo di Emilio Faivre
        Emilio Faivre

        Eh, ma se ogni tanto non mi pongo con garbo anch'io, chiedendo pure scusa per qualche svista (non fa mai male, è un esercizio salutare), finisce che i detrattori hanno ragione nel definirmi arrogante. Saluti a tutti.

  • non meritate di essere Salentini vergognatevi ma se fosse successo in Svizzera le pene sarebbero più superiori bravissimi carabinieri continuate sempre in questa direzione per aiutare questo Salento

  • Sempre poco rispetto a quella che è la rigidità delle leggi svizzere. In Svizzera per un semplice superamento del limite di velocità di almeno 30 chilometri orari scatta la denuncia penale con una pena che va da 1 a 4 anni. Contestualmente scatta pure una sanzione amministrativa che non viene comminata secondo dei parametri standard........ viene infatti commisurata in base alla dichiarazione dei redditi ed alla situazione patrimoniale del trasgressore. E la volete sapere la chicca???? Se il trasgressore è ad esempio Italiano ed ha effettuato l'infrazione transitando casualmente in Svizzera, allora scatta una rogatoria internazionale al fine di accertare il fatto in Italia. PERTANTO CHE DIRE: solo circa 200 euro di multa????? Avranno ringraziato e ridendo saranno andati via!!!

    • dove le hai lette queste barzellette???????????? vivo in Svizzera da piu' di 10 anni,l'ho girata abbastanza... ma di quello che hai scritto ti confondi con chissa' quale cantone ih ihihihi ihi ihi

      • Nello specifico parlo del Cantone dei Grigioni!!! Comunque é reato federale in tutti i Cantoni. Mi sa che vivi in Svizzera ma...... Non hai la patente

  • eppure mi sembra molto strano si sono diretti EXTRA in una strada di Campagna per buttare i loro Rifiuti ma forse dove hanno villeggiato mancavano i CASSONETTI....? un grande elogio alle Forze Dell´ordine ma i prossimi sporcaccioni almeno 1.000 Euro di Multa altroché......!

  • La maggior parte del popolo italiano e specialmente del sud quando si trovano in un altra nazione diventano cittadini modello salvo fare ritorno nel proprio Paese e comportarsi da incivili

  • Ma chi ha fatto il titolo ancora non si è pentito in modo da correggerlo ?

    • Cosa devono correggere a si forse in "Famiglia svizzera nnzalla di origine"

  • zamparuni ! magari PRIMA si saranno vantati che in Svizzera fanno la differenziata

  • Ma ...scusate tanto: un uomo, una donna è due ragazzi, solo originari delle nostre parti ma da decenni residenti in Svizzera, voi come cavolo li chiamereste: Io son nato in un (bellissimo) paese, da trent'anni residente a Lecce ma non penso di avere tatuato sul corpo lo stemma del comune d'origine ....poi mi fate arrabbiare con ragione il Direttore...

  • finalmente una bella notizia dal nostro salento......

  • Titolo fuorviante per ottenere qualche click e qualche commento in più...davvero poco professionale!

  • @Bruno....io vivo nell"Africa nera" dove vorresti rispedire gli svizzerotti e ti assicuro che la maggior parte di "Africani" salentini sono persone civili e pulite. Tu piuttosto dove accidenti vivi per offendere un intero popolo come hai fatto? Sei per caso pure tu un leghista, magari con origini "Africane" come ce ne sono tanti? Ieri ero in giro per Gallipoli e sono rimasto disgustato per il comportamento incivile di centinaia di giovani italiani provenienti da ogni regione, che hanno inondato strade e piazze di ogni schifezza possibile. Pertanto per come ti sei espresso non sei affatto diverso da coloro che hai dileggiato.

    • Avatar anonimo di Bruno
      Bruno

      Purtroppo non hai afferrato il vero senso del mio commento; l'africa nera non siamo noi salentini ma QUESTA nostra gente che ci rappresenta e che ci lascia giustificatamente identificare come retrogradi dagli altri. Non offendo nessuno, offendo solo questi  che insegnano addirittura anche ai loro figli a perpetuare questi scempi. Sono salentino DOC e ti consiglio di leggerti il mio profilo ed i miei commenti per comprendere come la penso riguardo l'Ambiente -specialmente il nostro-.

    • Caro Diego ha ragione Bruno devi sapere che i ns concittadini quando vanno negli altri stati a lavorare si civilizzano e si sentono in diritto di assumere questi atteggiamenti quando tornano alle loro origini tribali te lo posso garantire che sono tutti così. Personalmente ho preso a schiaffi un signore che sulla spiaggia di Porto Badisco aveva trasformato in discarica il posto che occupava esattamente uno "svizzerotto acquisito" 

  • Un plauso alle forze dell'ordine che nonostante i tagli del governo non perdono la passione per il proprio lavoro.

  • Antonio Librando Leggendo l'articolo mi viene il dubbio che di veramente svizzera ci sia solo la macchina. Ma come fa LeccePrima.it a scrivere una cavolata del genere, se il fatto venisse a conoscenza alle autorità svizzere, sicuramente gli autori del gesto verrebbero puniti anche in territorio elvetico e non solo con €.210,00 di sanzione. Assomiglia tanto alla storia del bue che dà del cornuto all'asino. LeccePrima.it, scrivi e racconta i fatti come avvengono, non come vuoi che avvenissero. Mi piace · Rispondi · Adesso

    • Avatar anonimo di Bruno
      Bruno

      A questo commento non posso fare a meno di aggiungere quel che da molto tempo avrei voluto dire: tutti gli articoli della V.M. -si riconoscono dopo 4 parole- sono sempre improntati ad uno stile bombastico, gonfiato, sdolcinato, ci sono frasi come "brutale caduta", "insopportabile strazio", "violentissimo impatto", "famiglia svizzera" ecc. Purtroppo non sembra essere in grado di rimanere coi piedi per terra e lasciar trarre al lettore le impressioni/conclusioni riferendo semplicemente in maniera obiettiva e pacata gli eventi in oggetto. Mi dispiace criticare, ma questa famiglia svizzera è troppo.

      • Salve Bruno, è bello spaere che, nonostante lo stile "bombastico", lei continua a seguire i miei pezzi. Deve essere proprio un mio fan, se ha annotato con "chirurgica" precisione espressioni e modi di dire tipici degli articoli. Purtroppo la cronaca nera è ridondante anche nelle parole, non soltanto nei fatti, e la ceatività la si può usare fino a un certo punto. Però lei faccia una cosa: invece di commentare tutto (ma proprio tutto, vedo), passi da me. Le offrirò un caffè, le insegnerò qualcosa su cronaca e giornalismo e potrò finalmente darle un volto. E anche un nome. Il mio ce l'ho messo. Con tutta l'ironia che lei non ha, V.Mur.

  • residenti in Svizzera, ma dna tutto salentino, 

  • Intanto non sono svizzeri ma leccesi emigrati in Svizzera. Evidentemente se nasci "tundu" nu mori "quadratu"- Ma forse il problema di fondo é che il Salento é una mega discarica. Ovunque , sui bordi della strada e nelle bellissime macchie, vedi monnezza di qualsiasi genere (frighi abbandonati, televisori, bottiglie di plastica e di vetro, eternith, cessi, batterie d'auto e quant'altro. Quello del posto non lo notano più tant'é vero che la monnezza la lasciano lì per anni; i turisti e pseudosvizzeri lo notano e pensano che gettare qualcos'altro non è poi così grave visto che è già tutto sporco. Bene hanno fatto a multare ma vorrei sollecitare le autorità tra cui i Carabinieri a osservare tutto ciò che li circonda e far pulire e bonificare lo sporco che già c'è (spesso si tratta di rifiuti speciali) perché é davvero osceno!!

  • 210€ soltanto? Na denuncia e una sanzione a tutti i componenti non sarebbe stato male per un paese a 5 stelle

  • Da qui si capisce che siamo in un paese di me... Qui si permettono di fare ciò che vogliono. Se ci fossero le stesse leggi della svizzera l'Italia sarebbe più pulita e ordinata. Ci vogliono leggi più pesanti

  • Avatar anonimo di Bruno
    Bruno

    Titolo del cavolo, gli svizzeri non c'entrano niente, "multata famiglia svizzera". Ma perchè adesso dopo qualche anno i nostri zozzoni che lavorano in Svizzera ne acquisiscono la nazionalità ??? Se lo vengono a sapere le Autorità di dove abitano scommetto che li sbattono indietro, nell'Africa nera da dove provengono. La multa di 210.000 euro doveva essere.

    • Gran bella risposta! Quella che ho scritto in un commento precedente! Io abito in Svizzera e ne sono felicissima...... Ma leggiamo bene le origini di questa famiglia! Bell'educazione che danno ai loro figli!!!!!

  • WWWOOOWWWWW!!!! questo si che e' uno scoop!!!!! Abito in Svizzera da molti anni e spesso e volentieri quando scendo nel Salento mi sento quasi una turista! Il fatto che al mare mi porti i sacchetti x la spazzatura,raccolgo le "pupü" del MIO cane dai marciapiedi,mi fermo per far attraversare i pedoni sulle strisce pedonali....ecc ecc Questo gesto di buttar fuori dal finestrino vi posso garantire che non fa parte del "costume" di questo Paese. Infatti leggendo l'articolo,pima si parla di famiglia Svizzera....... ......poi saltano fuori che sono salentini residenti in CH!!!!!!

    • Perfettamente ragione!

  • Pitocchiosi si nasce! Le origini non tradiscono mai, nemmeno dopo anni di insegnamenti. Forse in svizzera gli avrebbero fatto un c..o quadro e forse rispediti in Italia e questo è ancora più deprimente perché dimostra che hanno bisogno di essere mazziati ad ogni movimento.

  • Correggete piuttosto l'articolo! "Multata famiglia di incivili salentini, residenti in Svizzera!"

    • giusto titolo........mi piace!

Commenti meno recenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ucciso a 14 anni per difendere la sorellina, il suo assassino sarà presto libero

  • Incidenti stradali

    Fuori strada in auto e ricoverati: 18enne positivo ad alcool e cocaina

  • Cronaca

    Consumi alterati nel ristorante: calamita per ridurli del 70 per cento

  • Cronaca

    Operazione Game Over, condannati anche 13 imputati della frangia leccese

I più letti della settimana

  • Si schianta in moto all'uscita di Lecce, inutili i tentativi di rianimarlo

  • Malore alla guida del Suv, si abbatte su gazebo e investe un giovane

  • Lui timbrava, lei si assentava: indagati capitano e assistente

  • Consumi alterati nel ristorante: calamita per ridurli del 70 per cento

  • Incidente a Mesagne, muore una donna: lavorava in banca in Piazza Mazzini

  • Orrore in città: un taglio alla gola e fiamme, grave una donna straniera

Torna su
LeccePrima è in caricamento