Nella masseria animali senza marchi e i suini lasciati alle intemperie

Denunciato un allevatore nella zona di Cursi. Trovato persino un ovino oggetto di furto. L'ispezione di forestali e Asl

Foto di repertorio.

CURSI – La maggior parte degli animali? Senza marchi identificativi. E uno, addirittura, è risultato rubato. Ma non solo. Fra questi c’erano ben quarantasette suini lasciati praticamente senza alcuna protezione. Sole cocente o pioggia che fosse, per loro non c’era possibilità di accovacciarsi da qualche parte e ripararsi. Tanto da configurare il reato di maltrattamento di animali.

Insomma, di problemi, all’interno di un allevamento, i carabinieri forestali di Maglie ne hanno scovati a bizzeffe, nei giorni scorsi, durante un controllo mirato svolto nelle campagne di Cursi, per la precisione in località Masseria Santi Viti, insieme a personale veterinario dell’Asl. Finendo per denunciare il proprietario, P.G., 72enne.

Nel corso dell’ispezione nella tenuta, i forestali e il veterinario hanno riscontrato la presenza di diciassette bovini, quarantadue fra pecore e capre, un paio di asini e i già citati suini, in un recinto completamente all'aperto. Come detto, quasi tutti erano privi di marchi identificativi e uno degli ovini, proprio dal marchio, s’è scoperto rubato. Gli animali sono stati sequestrati.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

  • Travolto da un’auto sulla litoranea di Santa Cesarea Terme: grave un ciclista

Torna su
LeccePrima è in caricamento