Nella masseria animali senza marchi e i suini lasciati alle intemperie

Denunciato un allevatore nella zona di Cursi. Trovato persino un ovino oggetto di furto. L'ispezione di forestali e Asl

Foto di repertorio.

CURSI – La maggior parte degli animali? Senza marchi identificativi. E uno, addirittura, è risultato rubato. Ma non solo. Fra questi c’erano ben quarantasette suini lasciati praticamente senza alcuna protezione. Sole cocente o pioggia che fosse, per loro non c’era possibilità di accovacciarsi da qualche parte e ripararsi. Tanto da configurare il reato di maltrattamento di animali.

Insomma, di problemi, all’interno di un allevamento, i carabinieri forestali di Maglie ne hanno scovati a bizzeffe, nei giorni scorsi, durante un controllo mirato svolto nelle campagne di Cursi, per la precisione in località Masseria Santi Viti, insieme a personale veterinario dell’Asl. Finendo per denunciare il proprietario, P.G., 72enne.

Nel corso dell’ispezione nella tenuta, i forestali e il veterinario hanno riscontrato la presenza di diciassette bovini, quarantadue fra pecore e capre, un paio di asini e i già citati suini, in un recinto completamente all'aperto. Come detto, quasi tutti erano privi di marchi identificativi e uno degli ovini, proprio dal marchio, s’è scoperto rubato. Gli animali sono stati sequestrati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Carabiniere e “Le Iene” sott’accusa, chiesti 100mila euro di risarcimento

  • Spaccio di droga: in 14 a processo. Tra loro l’imprenditore dei vini Gilberto Maci

  • Buco sul muro del negozio di abbigliamento nel centro commerciale: il furto fallisce

  • Nuova ondata di maltempo: allerta arancione in attesa delle violente raffiche di vento

  • Ladri violano una casa e trovano 10mila euro in una borsa e gioielli

Torna su
LeccePrima è in caricamento