“Conserva” vestiti di salme estumulate invece di smaltirli: nei guai 63enne

Un uomo di Sternatia denunciato per abbandono incontrollato di stracci e parti di abiti. L’ispezione nel cimitero del luogo anche da parte del Noe

Foto di repertorio.

STERNATIA – Nei guai per abbandono incontrollato di rifiuti. G.P., 62enne di Sternatia, impiegato nel cimitero, è stato infatti denunciato dai carabinieri di Soleto e dai colleghi del Noe di Lecce, il Nucleo operativo ed ecologico. L’uomo avrebbe omesso di effettuare, tramite la ditta specializzata ed entro un anno, lo smaltimento dei rifiuti derivanti dalle estumuluazioni delle salme avvenute da oltre due anni, stoccandoli invece in un deposito del cimitero. Si tratta perlopiù di stracci, residui di abiti sopravvissuti all'usura del tempo.

Tutto è cominciato lo scorso 11 gennaio quando, nel corso della mattinata, i militari di Soleto sono interventi nel camposanto comunale, in via Salvo D’Acquisto, per una ispezione a seguito della segnalazione di scie maleodoranti simili a quelle rilasciate da resti umani, che provenivano da un locale. All’interno dell’edificio, aperto in presenza del sindaco di Sternatia, sono stati rinvenuti diversi contenitori per rifiuti speciali, sigillati.

Non è stata rinvenuta la presenza di odori nauseabondi, ma sono tuttora in corso ulteriori accertamenti per verificare eventuali anomalie e irregolarità nello smaltimento dei resti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • La barca s'incaglia, i tre pescatori tornano a riva sfidando il mare gelido

  • Dove c'era il lido, ecco spuntoni e detriti: scattano di nuovo i sigilli

  • A spasso in centro con eroina e cocaina: finisce in manette un 48enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento