Deposito in fiamme. Ma era una discarica abusiva

Dopo i soccorsi i carabinieri di Porto Cesareo scoprono che si trattava di un capannone abusivo in via Veglie, utilizzato per lo stoccaggio dei rifiuti. Denunciato il gestore

Se non si fosse verificato un incendio le cui cause sarebbero accidentali, forse mai nessuno si sarebbe accorto che quel deposito di via Veglie, a Porto Cesareo, era adibito ad un sorta di discarica non autorizzata nel cui interno erano stati stoccati materassi, cartoni, rifiuti solidi urbani e perfino elettrodomestici. E così, in seguito all'incendio i carabinieri della stazione di Porto Cesareo hanno voluto vederci più chiaro e a conclusioni delle indagini hanno denunciato all'autorità giudiziaria un imprenditore di Carmiano, V. D., rappresentante di una cooperativa con sede a Monopoli che si occupa proprio di stoccaggio rifiuti. I militari inoltre hanno sequestrato l'area sui era stato adibito a deposito il capannone, grande circa 1130 metri quadrati.

Sul posto sono giunti i vigili del fuoco, i quali hanno provveduto a domare l'incendio che ha interessato una superficie non molto ampia del deposito. Ad una prima stima i danni ammonterebbero a circa 2mila euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Intanto i carabinieri hanno provveduto a segnalare l'episodio agli organi preposti alla verifica di eventuali danni che i rifiuti, depositati direttamente sul terreno e non su pedane come previsto dalla legge, avrebbero potuto procurare all'ambiente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo alla Scu: droga ed estorsioni. Scatta il blitz, dieci arresti

  • Accoltella la madre e poi si lancia nel vuoto: tragedia in una famiglia salentina

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Mistero a Nardò: dopo la cena con marito e figli scompare nel nulla

  • Vento e pioggia, strade trasformate in fiumi. Auto in panne e allagamenti

  • Rintracciata a Ostia: il 30 giugno, dopo cena, era uscita senza fare rientro

Torna su
LeccePrima è in caricamento