Disordini al cantiere di San Basilio: polizia segnala lancio di pietre

Nel pomeriggio, recita una nota della questura, attivisti hanno impedito l'uscita dei mezzi. Tre agenti medicati al pronto soccorso

Foto di repertorio.

MELENDUGNO – Disordini nei pressi del cantiere Tap. La questura di Lecce segnala le lesioni riportate da tre agenti, con prognosi rispettivamente, di sette, cinque e tre giorni, per lesioni da morso alla mano destra, traumatismi di anca e coscia, morso alla mano destra e contusioni al ginocchi destro.

Attorno alle 16,30 – recita la nota – si è verificato un lancio di pietre da parte di attivisti che presso l’attiguo presidio avevano tenuto un pranzo sociale: la sassaoiola ha indotto la direzione del cantiere a sospendere i lavori. Quando i mezzi e gli operai si avviavano a lasciare il sito, un gruppetto di manifestanti avrebbero cercato di bloccare il passaggio sulla strada comunale di San Niceta. Dopo l’intervento delle forze dell’ordine i veicoli hanno fatto rientro nel cantiere, non potendo proseguire, attraverso un altro varco di accesso.

Le immagini effettuate dalla polizia scientifica saranno passate al setaccio per identificare i responsabili, per i quali si ipotizza la denuncia. Sarebbero stati presenti anche alcune persone già destinatarie del foglio di via obbligatorio. 

Video: momenti di tensione al cantiere

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Carabiniere e “Le Iene” sott’accusa, chiesti 100mila euro di risarcimento

  • Spaccio di droga: in 14 a processo. Tra loro l’imprenditore dei vini Gilberto Maci

  • La barca s'incaglia, i tre pescatori tornano a riva sfidando il mare gelido

Torna su
LeccePrima è in caricamento