Estorsioni ad un imprenditore, condannato a dieci anni

Fernando Nocera, 54enne di Carmiano, è stato condannato a dieci anni di carcere del gip Maurizio Saso. Secondo l'accusa, avrebbe estorto quasi 300 mila euro in tre anni ad un imprenditore del posto

tribunaledilecce-54
LECCE - E' stato condannato a dieci anni di reclusione Fernando Nocera, 54enne nato a Cerignola, in provincia di Foggia, ma residente a Carmiano. Il gip Maurizio Saso, davanti al quale si è svolto il giudizio con rito abbreviato, ha perfino aumentato la pena di due anni rispetto a quella invocata dal pubblico ministero Alessio Coccioli, il quale aveva chiesto una condanna ad otto anni di carcere.

La vicenda oggetto del processo odierno è la stessa per la quale l'uomo finì in manette lo scorso 14 novembre. All'esito delle indagini, condotte dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Campi Salentina, l'uomo è stato ritenuto responsabile del reato di estorsione ai danni di un imprenditore di Carmiano.

Secondo l'accusa, l'uomo avrebbe insistentemente chiesto delle somme di denaro nell'arco di tre anni. Complessivamente, la cifra estorta sarebbe pari a quasi 300 mila euro. Pare inoltre che Nocera non avrebbe avuto molte remore nel fare le richieste estorsive. Avrebbe seguito l'imprenditore anche in luoghi aperti al pubblico, costringendolo a versargli mensilmente a volte anche 5000 euro.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sempre stando alle contestazioni, nel momento in cui non sarebbe più riuscito a contattare la sua presunta vittima, avrebbe rivolto pressioni ad alcuni membri della sua famiglia. Tutto sarebbe durato fino al momento in cui l'uomo, stanco delle continue insistenze da parte di Nocera, non avrebbe raccontato tutto ai carabinieri sottoscrivendo una formale denuncia. L'imputato era difeso dall'avvocato Stefano Prontera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo alla Scu: droga ed estorsioni. Scatta il blitz, dieci arresti

  • Accoltella la madre e poi si lancia nel vuoto: tragedia in una famiglia salentina

  • Mistero a Nardò: dopo la cena con marito e figli scompare nel nulla

  • Vento e pioggia, strade trasformate in fiumi. Auto in panne e allagamenti

  • Rintracciata a Ostia: il 30 giugno, dopo cena, era uscita senza fare rientro

  • Cede il ponte, travolto da un'auto: 18enne con grave ferita a una gamba

Torna su
LeccePrima è in caricamento