Evade dalla comunità, rintracciato in paese con coltello e stupefacenti

Nei guai un 34enne di Cavallino, rintracciato dai carabinieri della stazione locale. Era "scomparso" da qualche giorno

CAVALLINO – Era evaso dal 2 agosto presso una comunità dove stava scontando i domiciliari. Francesco Pastore, 34enne di Cavallino, è stato rintracciato e fermato dai carabinieri della stazione locale per le vie del suo paese. Durante il controllo, è emerso peraltro come fosse  in possesso di un coltello a serramanico lungo 16 centimetri, più degli stupefacenti in modica quantità: 0,8 grammi di hashish e altri 0,8 di marijuana.

Una volta fermato e condotto in caserma, è stato dichiarato in arresto e condotto nella casa circondariale di Lecce, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

PASTORE FRANCESCO 05.10.1983-3Nel settembre dell’anno scorso era divenuta definitiva una sentenza a carico del giovane. Il provvedimento era stato eseguito in quel caso dai carabinieri nel carcere di Brindisi, dov’era detenuto per altra causa, ed emessa dalla Corte d'appello di Lecce per i reati di rapina, estorsione, ricettazione e traffico illecito di sostanze stupefacenti, commessi a Lecce fino al novembre del 2011.

Quello di Pastore, va detto, è uno dei nomi al centro dell’operazione “Network” e del relativo processo. Una delle più vaste indagini sulla criminalità nel capoluogo e dintorni degli ultimi anni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cocaina e sostanza da taglio disseminate in casa, insospettabile nei guai

  • Villa confiscata fin dal 2015, ma lui era sempre lì: sgombero forzato

  • Costrette a prostituirsi anche con il maltempo, in manette lo sfruttatore

  • Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

  • Preoccupazione per il vento delle prossime ore: allerta “gialla” sul Salento

  • Il giallo del piccolo Mauro: ascoltati per ore i genitori in una località segreta

Torna su
LeccePrima è in caricamento