Hashish nell'evidenziatore, volontario del carcere patteggia la condanna

Otto mesi per un pastore della Chiesa Evangelica soppresso mentre cedeva il pennarello con all'interno sette grammi di droga

LECCE – Era stato sorpreso dagli agenti della polizia penitenziaria del carcere di Borgo San Nicola mentre cedeva a un detenuto un pennarello evidenziatore che nascondeva all’interno circa sette grammi di hashish. Antonio Bleve, originario di Brindisi, pastore della Chiesa Evangelica, proprio in virtù del suo ruolo, aveva ottenuto un colloquio con il detenuto, ma agli agenti di polizia penitenziaria non era sfuggito il passaggio del pennarello da una mano all’altra. Il successivo controllo approfondito aveva permesso di trovare la sostanza stupefacente. Per il religioso era scattato l’arresto, poi annullato dal gip.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oggi Bleve, assistito dall’avvocato Pasquale Fistetti, ha patteggiato una condanna a otto mesi. La sentenza è stata pronunciata dal giudice Alcide Maritati. Si chiude così una vicenda per certi aspetti controversa. In sede di udienza di convalida il sacerdote, operatore volontario presso la struttura carceraria, spiegò di avere ricevuto del materiale di cancelleria da alcuni parenti del detenuto, che evidenziò come lo stesso fosse all’oscuro della presenza della droga. Bleve aveva raggiunto la casa circondariale di Lecce per celebrare una funzione religiosa per i detenuti che professano il culto evangelista. Poi, l’amara scoperta in una triste vicenda che si è chiusa con una lieve condanna. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato senza vita il corpo del sub: si era immerso per una battuta di pesca

  • Incidente sul lavoro, muore a 35 anni schiacciato da una macchina saldatrice

  • Intervento di riduzione dello stomaco, muore in casa dopo un malore

  • Cinque tamponi positivi al Covid-19, due per residenti in provincia di Lecce

  • Cerca di riparare l’antenna in casa dei suoceri, poi precipita dal tetto: muore un 60enne

  • Tenta rapina nel market, ma il cassiere reagisce. Arrestato dopo la fuga

Torna su
LeccePrima è in caricamento