Cede il lastricato, precipita nell'officina: muore uno dei proprietari

E' successo nel pomeriggio a Galatina, in contrada Granzani. Spira al "Vito Fazzi" di Lecce Paolo Rizzo, 55enne. Sul posto per le indagini i carabinieri della stazione locale e gli ispettori sanitari dello Spesal

GALATINA – Era salito sul terrazzo per controllare alcune lastre di cemento. All’improvviso, proprio la pavimentazione ha ceduto sotto i suoi piedi. Lo squarcio l’ha inghiottito, facendolo precipitare all’interno dello stabilimento. Con orrore, gli operai che erano in quel momento al lavoro, hanno visto Paolo Rizzo, 55enne, cadere da circa 6 metri d’altezza davanti ai loro piedi. Un volo senza alcuna possibilità di appiglio per attutire il colpo. Un atterraggio di violenza inaudita.

Trasportato in ospedale: è in coma

Il fratello, Pietro, comproprietario dell’officina, era a sua volta al lavoro, ma non ha assistito alla scena. Era in un altro punto del grande stabilimento alle porte di Galatina specializzato in revisione di pompe e idroguide per veicoli industriali e di cilindri idraulici.

La richiesta di soccorso è stata immediata. Sul posto è arrivata un’ambulanza del 118. Paolo Rizzo è stato raccolto da terra in condizioni molto gravi, ma ancora vivo. Gli operatori l’hanno trasportato in codice rosso presso il pronto soccorso dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Per le lesioni riportate, è stato ricoverato in Rianimazione. L'uomo, in coma fin dai primi momenti, è deceduto alcune ore dopo il ricovero, attorno a mezzanotte.

Nell’Officina Rizzo di Contrada Granzani, una traversa della provinciale 362, non lontano dall’hotel Hermitage, sono arrivati anche i carabinieri della stazione galatinese e gli li ispettori sanitari dello Spesal, specializzati nelle indagini sulla sicurezza negli ambienti lavorativi.

Sequestrata la scala d'accesso al terrazzo

E’ stata ispezionata l’area, sono stati ascoltati i testimoni, profondamente scossi per l’accaduto. Ed è stata sequestrata in via preventiva la scala d’accesso al terrazzo. Zona ovviamente off limits, per motivi d’indagine e per la sicurezza di tutti. E intanto, per la famiglia, i dipendenti, gli amici sono ore di profondo dolore. Le condizioni di Paolo Rizzo erano apparse critiche già al momento dell'arrivo in ospedale. Purtroppo, non ha superato la notte.  La salma si trova presso la camera mortuaria dell'ospedale di Lecce.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Riposi in pace! E pensare che poco meno di un anno fa mi sono fatto un volo di quasi sette metri...tutt'ora tutto rotto ma vivo!

  • Addio un’altro artigiano che se ne va sentite condoglianze alla famiglia RIP maestro

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Precipita dal tetto del capannone che voleva comprare, muore sul colpo

  • Cronaca

    L'evento musicale corre sui social, ma mancano le autorizzazioni

  • Cronaca

    Blitz in casa, cocaina e marijuana nascosti in un contenitore sul terrazzo

  • Cronaca

    Accusati dai concorrenti, assolti dai giudici i titolari di un'agenzia funebre

I più letti della settimana

  • Fa un incidente e chiede aiuto: il "soccorritore" tenta di stuprarla

  • Brucia e crolla capannone della ditta edile. Si temono danni per la salute

  • Vigilante si uccide con una pistola: secondo suicidio simile in poche ore

  • Misteriosa “rapina” a un corriere, scoperto l’autore: è la stessa vittima

  • Brillantante servito invece di acqua, ispezioni di Nas e Asl nel bar

  • Precipita dal quarto piano del tribunale: grave un praticante avvocato salentino

Torna su
LeccePrima è in caricamento