Mattone si sgancia nel vano ascensore: operaio precipita da 5 metri e travolge il datore

L'incidente è avvenuto intorno alle 9,30 di questa mattina all'interno di un edificio in fase di ristrutturazione di Arnesano. Un frammento di tufo si sarebbe sganciato dal muro del vano ascensore e l'operaio ha perso l'equilibrio: è precipitato sul titolare della ditta. Sul posto, 118, carabinieri e ispettori dello Spesal

ARNESANO – Si stacca un mattone dal vano ascensore, e un operaio precipita in una voragine di circa cinque metri travolgendo il suo datore di lavoro. Tragedia sfiorata, questa mattina, all’interno di un edificio di Arnesano.

Intorno alle 9,30, infatti, il titolare di una ditta di Monteroni di Lecce, assieme a un collaboratore, stava effettuando un intervento in uno stabile appartenente a un’azienda specializzata nella vendita di materiale e ceramiche per l'edilizia al momento in fase di ristrutturazione, sulla provinciale 19 che collega Lecce a Porto Cesareo, nella zona industriale arnesanese.

Per motivi ancora da chiarire, un frammento di tufo si sarebbe sganciato del muro, durante i lavori per l'installazione dell'elevatore. Il dipendente di 32 anni è caduto schiacciando letteralmente l'uomo più anziano.

Si tratta di Antonio Paladini, un 45enne di Monteroni di Lecce, e di Cesare Chiffi, 32enne di Nardò. Entrambi sono stati subito soccorsi dai presenti e affidati alle cure dei sanitari del 118 fatti accorrere sul luogo. Immediata la corsa in ospedale per i due feriti.

FullSizeRender-30Sono stati accompagnati presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce in codice rosso: hanno riportato entrambi lesioni giudicate piuttosto gravi in un primo momento, poi ritenute meno preoccupanti del previsto.

In queste ore si stanno svolgendo gli accertamenti, per scongiurare eventuali complicazioni agli organi interni. Il dipendente 32enne è stato accompagnato in sala operatoria per un intervento chirurgico al piede, a causa di una frattura. Il suo datore,invece, ha rimediato alcune lesioni alla braccio, schiena e testa. Ma nessuno dei due, fortunatamente, sarebbe in pericolo di vita.

Sul luogo dell’incidente sono intanto giunti, oltre al personale sanitario, anche i carabinieri della stazione locale, guidata dal maresciallo Giordano Protopapa, e gli ispettori dello Spesal, il Servizio prevenzione e sicurezza sugli ambienti del lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • Perde un anello molto prezioso e lo ritrova lanciando un appello su facebook

  • In poche ore due spaventosi incidenti con feriti sulle strade del Salento

  • Scontro, quattro feriti. Ragazzo di 22 anni finisce ricoverato in coma

  • Cocaina e marijuana in casa: perquisizione dopo i pedinamenti, arrestato

Torna su
LeccePrima è in caricamento