La giustizia presenta il conto: per due si aprono le porte del carcere

Due gli ordini di carcerazione eseguiti dai carabinieri di Matino nei confronti di due soggetti accusati di ricettazione e spaccio

LECCE – La giustizia, lenta ma inesorabile, ha presentato il proprio conto quando ieri, in due distinte operazioni, i carabinieri della stazione di Matino, hanno eseguito altrettanti ordini di carcerazione emessi dalla Procura della Repubblica di Lecce.

CRUSAFIO DONATELLO COSIMO-2Le porte del carcere si sono aperte per Donatello Crusafio, 39enne accusato del furto di masserizie dal garage di un 30enne di Matino, avvenuto nel marzo del 2012. I militari, dopo diversi accertamenti e ricerche, hanno trovato la refurtiva all’interno di un mercatino dell’usato. Dopo l’analisi della documentazione contabile, hanno identificato Crusafio che dopo quattro anni, eseguite le operazioni di rito, è stato accompagnato presso la casa circondariale di Lecce, dove dovrà scontare la pena di sedici mesi per ricettazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In carcere è finito anche William Scarlino, 33enne, che risponde di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. I fatti contestati fanno riferimento all’anno 2010 sempre a Matino. Nell’occasione i militari sequestrarono circa 400 grammi di marijuana e denunciarono a piede libero il 33enne. Per quell’episodio è stato SCARLINO WILLIAM DONATO-2emesso dell’ufficio esecuzioni penali della Procura di Lecce un ordine di carcerazione. Scarlino dovrà scontare una pena residua di due anni e 9 mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Rientrano dal Brasile nel Salento: madre, padre e figlia positivi al Covid

  • Militari in spiaggia: sequestro in un lido, denunciato imprenditore

  • Giorgia e il fidanzato Emanuel Lo: vacanze salentine d’amore

  • Svolta nel caso Mauro Romano: identificato un uomo, sospetto sequestratore

  • Molesta la barista e fugge, ma dopo un’ora ritorna e lo riconoscono

Torna su
LeccePrima è in caricamento