Nel carcere con lo stipendio: ci pensa il medico

Un professionista di Soleto emetteva false certificazioni per un lavoratore socialmente mentre quest''ultimo era agli arresti. Il raggiro ai danni del Comune scoperto dai carabinieri

A seguito di un'indagine condotta dai carabinieri della stazione di Soleto, M.G., del '57, professione medico, è stato denunciato a piede libero in quanto ritenuto responsabile dei reati di falsità ideologica in certificati e truffa.

Il professionista, secondo quanto accertato dai militari che hanno condotto le indagini, dal giugno al settembre del 2006 avrebbe emesso false certificazioni in favore di un pregiudicato di Noha (frazione di Galatina), del '58, lavoratore socialmente utile, consentendogli di percepire indennità non dovute da parte del Comune di Soleto, mentre quest'ultimo si trovava ristretto presso il carcere di Lecce.

La documentazione sanitaria è stata posta sotto sequestro.

Potrebbe interessarti

  • Un traguardo dopo l'altro: Lele dei Negramaro pronto alla 9 chilometri

  • Uova: quante ne possiamo mangiare e come cucinarle

  • Morso del ragno violino: sintomi, rimedi e cure

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • Automobile si ribalta fuori strada, muore giovane madre di 33 anni

  • Torna il maltempo, allerta arancione: forti temporali attesi a partire da ovest

  • Violento nubifragio sferza il Salento. Strade allagate, centri in tilt

  • Frontale al rientro dal mare, donna di 38 anni grave in Rianimazione

  • Perde il controllo dell’auto e si ribalta: un 27enne in Rianimazione

  • Incendio nel parco di Punta Pizzo. Giallo sul ritrovamento di un cadavere

Torna su
LeccePrima è in caricamento