Oltre 400 auto fermate, pioggia di verbali e denunce sulle strade locali

Controlli straordinari nel Magliese e nel Gallipolino. Anche episodi di spaccio, furto e occupazione abusiva demaniale

LECCE – Nei giorni scorsi i carabinieri delle compagnie di Maglie e Gallipoli hanno effettuato una serie di controlli straordinari sui propri territori di competenza, con l’impiego di 120 militari e sessanta veicoli. Ben mille e 285 sono state le persone controllate e 412 le automobili fermate. Al di là dei casi sconfinati nel penale, non sono mancate le contravvenzioni al codice della strada. Numerose quelle per non aver indossato le cinture di sicurezza e il casco.

Alcool & droga al volante, ridda di denunce

Molte le denunce fra Maglie e comuni vicini (fra cui Minervino di Lecce). Un paio per aver tenuto in auto dei coltelli del genere proibito. Si tratta di R.A., 27enne di Uggiano la Chiesa (coltello a farfalla con lama di 10 centimetri) e L.M., 37enne di Galatina (coltello con lama di 7 centimetri). In sei casi sono poi scattati deferimenti per guida in stato d’ebbrezza, ovvero, in quelli per cui si è superata la soglia per la quale la sanzione diviene penale: tutti molto giovani i guidatori, di Poggiardo, Neviano, Uggiano La Chiesa, Muro Leccese, Maglie e Botrugno. Quest’ultimo, in particolare, un 27enne, aveva un tasso di 3.02 grammi per litro.

Altri undici automobilisti, sono invece stati denunciati per guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti. Sono soggetti di Melissano, Muro Leccese, Cursi,  Scorrano, Nociglia, Galatone, Maglie (due), Corigliano d’Otranto e Otranto (due).

 Altri nove, ancora, sono stati invece denunciati per essersi proprio rifiutati di sottoporsi ai test. Sono conducenti di veicoli di Gagliano del Capo, Minervino di Lecce, Uggiano la Chiesa, Sanarica, Muro Leccese, Carpignano Salentino (due), Sogliano Cavour e Poggiardo. Tre, infine, i casi di ebbrezza alcolica, ma con soglie che non superano il livello per cui scatta la denuncia, per automobilisti di Corigliano d’Otranto, Montesano Salentino e Soleto. In tutti i casi è stata ritirata la patente.

Nel corso dello stesso servizio, sono state venticinque le segnalazioni per uso personale di stupefacenti. Sequestrati modici quantitativi di hashish, marijuana, cocaina, metadone e cinque spinelli.

Gallipoli e dintorni, furti e altri reati

Anche a Gallipoli e zone di competenza, durante l’operazione a largo raggio (effettuata anche con posti di blocco veri e propri), vi sono stati diversi risultati. S.C., 42enne di  Galatone è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio: nel vano portaoggetti aveva 6,50 grammi di hashish. Altri nove soggetti, invece, sono stati segnalati per uso personale di sostanze stupefacenti. Risponde, invece, di furto, R.V., 37enne di Monteroni di Lecce. Si sarebbe resto artefice, a Copertino, del furto di mille euro e due cellulari da un bar.

Ricettazione e introduzione in Italia di prodotti industriali contraffatti sono invece i reati contestati a due senegalesi, rispettivamente di 42 e 55 anni, entrambi residenti a Leverano, che, a Sant’Isidoro, marina di Nardò, hanno esposto in vendita su di una bancarella undici borse da donna di varie marche, tutte contraffatte, che sono state sequestrate. Stessa sorte per altri due connazionali, uno 34enne, l’altro 21enne entrambi residenti a Ladispoli (Roma) e domiciliati a Monteroni di Lecce, che a Copertino hanno messo in vendita 89 capi abbigliamento, anche in questo caso con marche contraffatte.

CONTROLLI GALLIPOLI-4

Più particolare il caso di G.S., 50enne di Cutrofiano. Fermato per un controllo a bordo di un autocarro Peugeot, durante la perquisizione del mezzo, i carabinieri hanno rinvenuto diversi pezzi di ricambio di un’autovettura Porsche Cayenne di colore nero, di cui non avrebbe fornito valide giustificazioni circa il possesso. Tutto finito sotto sequestro, con l’uomo denunciato per ricettazione. Risponde, invece, di simulazione di reato D.M., 52enne di Santeramo in Colle (Bari). Il fatto è avvenuto ad Aradeo, dovrebbe avrebbe finto il furto della sua Fiat Punto, già sottoposta a un sequestro amministrativo e a lui stesso affidata. Motivo? Nascondere che ne avesse fatto uso, danneggiando un’altra autovettura nel corso di un sinistro.  

Nei guai anche turisti e commercianti

Ancora, denunciato per danneggiamento R.G., 26enne di Aprilia (Latina) che, a Gallipoli, in evidente stato di alterazione psicofisica, è stato sorpreso a prendere a calci un’Audi station wagon in sosta. Sempre a Gallipoli, è finito nei guai per guida in stato di ebbrezza alcolica anche un altro turista, un 34enne avellinese, sorpreso a guidare la sua Fiat 500 con un tasso alcolemico di 0,98 grammi per litro. Patente di guida, ovviamente, ritirata.

Sul piano dei controlli al commercio, infine, è stato denunciato per occupazione abusiva del demanio marittimo F.D., 48enne di Gallipoli, titolare di un’attività di somministrazione di alimenti e bevande con automarket attrezzato. Avrebbe occupato senza titolo una porzione di lungomare Galileo Galilei. Ovvero, 47 metri quadri quando quelli assegnati erano 36.

Sanzione amministrativa per occupazione abusiva di suolo comunale, poi, per un 28enne di Galatone, titolare di un bar, per occupazione abusiva con la collocazione di strumentazione musicale (multa di 173 euro) e per un 32enne di Galatina, titolare di un altro bar, sempre a Galatone, per aver ampliato la superficie della somministrazione di alimenti e bevande non indicata nella Scia del Comune. Multa, in questo caso, di mille euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pioggia e violente raffiche di vento mettono mezzo Salento in ginocchio

  • Allerta arancione per maltempo anche nel Salento. Scuole chiuse in diversi comuni

  • Tentato omicidio in una masseria: colpito alla bocca un operaio 27enne

  • Burrasca agita lo Ionio e devasta barche, pontili, maneggio e persino un ristorante

  • "Scuole aperte nonostante l'allerta meteo": Cgil denuncia rischi per alunni e lavoratori

  • Travolge grosso cane che attraversa la via e finisce su un muro: grave 21enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento