Prestazioni sessuali in cambio di denaro o sotto minacce, in carcere il padre

Per anni avrebbe abusato o tenta di abusare della figlia, da quando aveva solo 13 anni. Poi l vittima ha denunciato il padre

LECCE – E’ una triste storia di violenza, degrado, soprusi e infanzia violata quella che arriva da Alezio. Una squallida vicenda di abusi sessuali consumati a danno di una ragazza, per di più nel contesto famigliare. Per anni il padre, un 45enne, avrebbe abusato o tentato di abusare della figlia, da quando aveva solo 13 anni. L’uomo le avrebbe chiesto prestazioni sessuali, ricattandola e minacciandola, ottenendo in molti casi solo il rifiuto della ragazza, che ha subito negli anni (tra il 2013 e il gennaio del 2017) violenze fisiche e psicologiche terribili.

Oggi, il 45enne è stato arrestato con le accuse di violenza sessuale continuata, aggravata perché commessa dal genitore ai danni di un minore. Nei suoi confronti è stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip Antonia Martalò. L’uomo è assistito dall’avvocato Giampiero Tramacere.

Per anni la vittima ha subito in silenzio, schiacciata dalla paura e dalla vergogna (tanto da maturare propositi suicidi e autolesionistici), senza avere il coraggio di raccontare alla madre cosa accadeva quando lei si assentava. E’ stata una sua amica, con cui si è confidata, a convincerla a denunciare. Da lì si è sviluppata l’indagine coordinata dal pubblico ministero Maria Rosaria Micucci. A “incastrare” il padre violento, anche alcuni registrazioni fatte con il telefono dalla cellulare dalla figlia, poi acquisite agli atti dell’inchiesta, in cui si sente chiaramente il 45enne chiedere alla vittima prestazioni sessuali in cambio di denaro per acquistare prodotti che le servivano. Fatti poi confermati anche i sede di ascolto protetto dinanzi al Tribunale per i minorenni.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Al sig. Goffredo ricordo che la canzone di Guccini non c'entra niente con l'incesto, che invece è purtroppo il tema di questa vicenda, anche se non il più grave emerso dalla storia! Perché ci sono anche le minacce e il pagamento delle prestazioni, da cui l'accusa di incitamento alla prostituzione. In questi casi il problema che si discuterà è fino a qual punto è malato? Fino a qual punto è responsabile? Brutta gatta da pelare, anche per i magistrati.

  • Complimenti per aver denunciato un padre a suo dire, ma un nostro in realtà ......anche se tardi ma va bene..

  • Certe persone fanno talmente schifo che andrebbero eliminate dalla faccia della terra...

  • Che schifo....un mostro del genere merita solo l'ergastolo...

  • All'orco toglierei il diritto di chiamarsi "padre".

  • Come un canzone di Guccini,piccola storia ignobile.esecrabile aggiungo io.

Notizie di oggi

  • Attualità

    Papa Francesco sulla tomba di don Tonino Bello: “Al primo posto la dignità del lavoratore”

  • Attualità

    Circa 13mila fedeli all’alba: quando il piano sicurezza e l’organizzazione funzionano

  • Attualità

    Bandiere, striscioni e palloncini: “invasione” di bambini e ragazzi ad Alessano

  • Incidenti stradali

    Autista di pullman pieno di studenti viene colto da malore: collisioni a catena

I più letti della settimana

  • Autista di pullman pieno di studenti viene colto da malore: collisioni a catena

  • Esplosione dentro il vecchio hotel comprato all'asta. Sventrate le pareti: è inagibile

  • Spari nel centro abitato di Surbo: cinque colpi sull'auto di una donna

  • Doppio assalto all'Aci, scacco alla banda: quattro arresti all'alba

  • L'inseguimento diventa scorta in ospedale: nell'auto un uomo in arresto cardiaco

  • Accusato di omicidio stradale un 39enne: nell'impatto morto ex sindaco

Torna su
LeccePrima è in caricamento