Rave party nella campagne del Salento, in trenta denunciati dai carabinieri

Invasione di terreni è il reato contestato ad alcuni dei partecipanti. Elevate anche diverse contravvenzioni e sequestrata un'auto

LECCE – Scattano i primi provvedimenti per il rave party organizzato, dalla notte tra sabato e domenica, nelle campagne tra Castrì di Lecce, Vernole e Calimera, in località “Capone”. Sono trenta le persone denunciate dai carabinieri per invasione di terreni. Tra loro non solo molti salentini, provenienti dalle province di Lecce e Brindisi, ma ragazzi di Bari, Taranto e di altre regioni d’Italia. Durante i controlli sono state contestate anche sei contravvenzioni al codice della strada per un totale di 5mila e 500 euro, inoltre un veicolo è stato sottoposto a fermo amministrativo perché il conducente non aveva la patente di guida.

Dopo diverse segnalazioni ricevute, i carabinieri della stazione di Calimera insieme ai loro colleghi di Vernole si sono recati sul posto nella mattinata di domenica, constatando la presenza di circa 500 persone che ballavano al ritmo dettato da tre grandi casse acustiche su una superficie complessiva di un ettaro e mezzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica scoperta: trovato morto in casa, la moglie era costretta a letto per una malattia

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • In poche ore due spaventosi incidenti con feriti sulle strade del Salento

  • Perde un anello molto prezioso e lo ritrova lanciando un appello su facebook

  • Si fingeva chef stellato per molestare universitarie: preso 23enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento