Furti in più tappe. Ex cameriere stava svuotando hotel di televisori e alcool

Un 37enne di Aradeo, ma domiciliato a Lecce, accusato di aver sottratto a più riprese oggetti di proprietà dell'Elize di Santa Cesare Terme, dove l'estate scorsa aveva lavorato, procurandosi quindi le chiavi. Fermato in auto con refurtiva, il resto era in casa sua

MARTANO – Chi l’ha detto che questa casa non è un albergo? Quella in cui abita anche Gianluca Filoni stava diventando davvero una sorta di hotel. Più che altro, la pensione della merce rubata. Dove? Ma dentro un albergo. E’ ovvio. L’Elize di Santa Cesare Terme, per la precisione. Che pian piano, forse, si sarebbe svuotato quasi del tutto se i carabinieri non avessero fermato per un controllo l’uomo, 37enne di Aradeo, ma con domicilio a Lecce.

In auto aveva un bel po’ di oggetti. Quattro casse di prosecco, altrettante di vino, un tv color ldc 24 pollici completo di telecomando. E pure un paio di grammi di marijuana. Trasloco? Sì, per modo di dire. Trasloco, ma non certo di oggetti di sua proprietà, dal luogo nel quale aveva lavorato d’estate fin nell’appartamento da lui ora occupato nel capoluogo con un 43enne di Trepuzzi (quest’ultimo estraneo ai fatti, beninteso).

Filoni è stato fermato nel pomeriggio dai carabinieri della stazione di Martano. Già noto alle forze dell’ordine proprio per furto e altri reati contro il patrimonio, quando è stato invitato ad accostare l’autovettur