Sciopero della mensa: gli agenti del Sap solidali con il segretario Tonelli

Mercoledì 25 febbraio iniziativa del Sindacato Autonomo di Polizia per rivendicare il diritto di denunciare le condizioni precarie del lavoro di ogni giorno

Esponenti del Sap e del Conapo.

LECCE – Volantinaggio davanti alla questura di Lecce per difendere la libertà sindacale. Alcuni iscritti al Sindacato Autonomo di Polizia – Sap –, tra cui il responsabile provinciale Carlo Giannini, hanno presidiato l’ingresso dell’edificio di viale Otranto in segno di solidarietà nei confronti del segretario nazionale Gianni Tonelli che sta attuando uno sciopero della fame dal 21 gennaio.

Il motivo della protesta risiede nei provvedimenti disciplinari – sospensione e riduzione dello stipendio al 50 per cento - disposti dal Dipartimento di pubblica sicurezza nei confronti di un agente-sindacalista che aveva mostrato alle telecamere di Ballarò materiali e armi in dotazione quasi inservibili o prossimi alla scadenza.

“Un atteggiamento intimidatorio – è scritto nella nota della segreteria provinciale - che mina quelli che sono gli elementi alla base dell’attività sindacale e della libertà di pensiero e dissenso. Anche a Lecce denunciamo con coraggio che i locali della Questura di Lecce e di alcuni commissariati della Provincia non sono idonei ad accogliere il personale, che ci sono giubbotti antiproiettile in uso già scaduti, autovetture di servizio logore con più di duecentomila chilometri, vestiario insufficiente e inappropriato, personale sempre più vecchio con una media che rasenta i 50 anni, pulizie degli uffici e delle caserme pressoché inesistenti grazie ai tagli di risorse, nonostante lo sforzo e la disponibilità dei vertici della Questura di Lecce, che senza fondi dal centro ben poco possono inventare”.

Come gesto simbolico di solidarietà al segretario nazionale e al collega colpito dai provvedimenti, gli agenti aderenti al Sap mercoledì, 25 febbraio, salteranno il pasto nel cosiddetto sciopero della mensa. Inoltre si procederà all’invio di migliaia di cartoline all’indirizzo del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

A testimoniare la vicinanza dei vigili del fuoco, che sostanzialmente avanzano le stesse rivendicazioni in termini di dotazioni e personale, si è recato il segretario provinciale del Conapo, Giancarlo Capoccia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Carabiniere e “Le Iene” sott’accusa, chiesti 100mila euro di risarcimento

  • Spaccio di droga: in 14 a processo. Tra loro l’imprenditore dei vini Gilberto Maci

  • Nuova ondata di maltempo: allerta arancione in attesa delle violente raffiche di vento

  • Violentò la figlia e nacque una bambina: il padre condannato a 30 anni

Torna su
LeccePrima è in caricamento