Oltre 300 chili di pesce avariato nella cella frigorifera abusiva. Scatta sequestro

I sigilli sono stati apposti a una friggitoria di Porto Cesareo, dopo un controllo effettuato per tutelare la salute dei consumatori. All’interno del locale, una cella completamente abusiva di circa 23 metri quadrati: dentro, centinaia di prodotti ittici in cattivo stato di conservazione. Denunciato il proprietario

Foto di repertorio

PORTO CESAREO – Oltre 300 chilogrammi di pesce avariato è finito sotto sequestro da parte dei militari della guardia costiera. E’ accaduto all’interno di una friggitoria di Porto Cesareo. Quando le forze dell’ordine hanno raggiunto l’attività, specializzata anche nella vendita al dettaglio di prodotti ittici, i dipendenti si sono avviati in modo sospetto verso il retro del locale.

Qui i militari hanno scoperto una cella frigorifera, di circa 13 metri quadrati, completamente abusiva. All’interno, le centinaia di chili di pesce in cattivo stato di conservazione, assieme ad altri prodotti alimentari.

Il locale è stato posto sotto sequestro, assieme a tutto il resto, e il titolare è stato denunciato non soltanto per le modalità con cui ha conservato gli alimenti, ma anche perché avrebbe costruito senza agibilità e senza alcuna autorizzazione, oltre che per la mancata comunicazione di inizio attività alla Asl di Lecce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sete post-pizza? Ecco il perché e come ovviare al problema

  • Paura in pieno giorno: tre esplosioni in pochi secondi. Sventrata una casa, fermato proprietario

  • Doppio blitz, armi nascoste e stupefacenti a chili: scattano le manette

  • Sfida a 200 all'ora: banda di ladri inseguita per oltre 70 chilometri

  • “Salvato il soldato Paolo”, carabinieri salentini in prima linea nel trasferimento del generale

  • Chiedono soldi per la festa patronale, esprime il suo "no" a mano armata

Torna su
LeccePrima è in caricamento