Lasciano il gommone carico di droga e fuggono nella riserva: arrestati due scafisti

Due uomini di nazionalità albanese sono stati fermati all'interno dell'oasi "Le Cesine". Sul natante vi erano circa tre quintali di marijuana, più 16 chilogrammi di hashish

VERNOLE - Un altro ingente sequestro di marijuana è stato effettuato dalla guardia di finanza in territorio salentino. A brevissima distanza dal precente intervento, infatti, le fiamme gialle hanno messo le mani su tre circa tre quintali di marijuana (e sedici chilogrammi di hashish) sul litorale dell'oasi "Le Cesine" dove un gommone era stato abbandonato da due individui che poi sono stati tratti in arresto.

Il natante è stato intercettato dai militari del Reparto Operativo Aeronovale di Bari, nelle acque antistanti il litorale di Vernole, e quando i due scafisti si sono accorti del sopraggiungere di una unità navale della guardia di finanza si sono diretti verso la battigia dove hanno lasciato il gommone con tutto il carico e tentato di far perdere le proprie tracce nella macchia. Sono state le pattuglie del comando provinciale di Lecce, supportate dai carabinieri forestali, a individuarli all'interno dell'oasi e ad arrestarli con l'accusa di detenzione e traffico internazionale di stupefacenti. Entrambi sono di nazionalità albanese. 

Il video: le immagini dell'operazione fiamme gialle

Il gommone è stato poi portato agli ormeggi della Sezione Operativa Navale della guardia di finanza di Otranto e sequestrato insieme allo stupefacente che avrebbe reso circa tre milioni di euro se immesso sul mercato. Dall’inizio dell’anno, l’attività di contrasto al traffico di sostanze stupefacenti perpetrato via mare verso le coste pugliesi ha consentito di sequestrare oltre 17 tonnellate di marijuana, 18 imbarcazioni e di trarre in arresto 42 soggetti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzini abusati in un casolare, 69enne in carcere per pedofilia

  • Giro di armi da fuoco e monopolio imposto sul servizio navette: sei arresti

  • Villa confiscata fin dal 2015, ma lui era sempre lì: sgombero forzato

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: imputati il padre e lo zio

  • Costrette a prostituirsi anche con il maltempo, in manette lo sfruttatore

  • Preoccupazione per il vento delle prossime ore: allerta “gialla” sul Salento

Torna su
LeccePrima è in caricamento