Sorpreso durante la pesca illegale di ricci in un'area protetta, denunciato

Gli uomini della guardia costiera di Gallipoli hanno sottoposto a sequestro l'attrezzatura e il natante utilizzato

LECCE – Continuano senza sosta i controlli contro la pesca illegale da parte dei militari appartenenti al Nucleo operativo difesa mare della guardia costiera di Gallipoli. Questa mattina, nel corso delle operazioni di pattugliamento, è stato scoperto e denunciato nella un pescatore sportivo, sorpreso nella pesca di ricci all’interno della zona “C” dell’Area dove è vietata la pesca con le bombole.

Le operazioni, condotte sin dalle prime luci dell’alba con una motovedetta, supportata da pattuglie a terra, hanno consentito di sorprendere il pescatore durante la pesca illegale realizzata, tra l’altro, con l’ausilio di un natante da diporto.

Pertanto, i militari hanno proceduto a denunciare all’autorità giudiziaria il trasgressore e a porre sotto sequestro l’attrezzatura utilizzata ed il natante. Il prodotto ittico raccolto, dopo essere stato ispezionato dal competente servizio sanitario e dichiarato in stato vivo e vitale, è stato rigettato in mare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica scoperta: trovato morto in casa, la moglie era costretta a letto per una malattia

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • In moto da cross si scontra su un'auto, un 14enne in codice rosso

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • Si fingeva chef stellato per molestare universitarie: preso 23enne

  • Vino adulterato: dopo i sigilli in estate, maxi sequestro probatorio

Torna su
LeccePrima è in caricamento