Droga e soldi, presi in quattro di notte: due tentano la fuga dai tetti

A Nardò retata dei carabinieri in un'abitazione. Uno degli arrestati non è nemmeno maggiorenne. Avevano cocaina, marijuana e hashish. E oltre 2mila e 500 euro. Erano tenuti d'occhio da diverso tempo

NARDO’ – Dopo il lockdown lo sblockdown che qualcuno deve aver preso, però, con eccessiva disinvoltura. Per la verità, i quattro protagonisti della vicenda erano già seguiti da qualche tempo dai carabinieri della stazione di Nardò. Ma, proprio nel corso della nottata, a 24 ore dalla parziale riapertura del Paese, sono passati all’azione.

Fase 2 con fughe spericolate sui tetti e arresti, insomma. E con accuse di detenzione ai fini di spaccio in concorso: marijuana, hashish e cocaina, nemmeno poca, le sostanze che i militari, comandati dal luogotenente Vito De Giorgi, hanno sequestrato a carico di un giovane non ancora 18enne e di altri tre: Marco Alemanno, 25enne, Ilario Toma, 30enne e Giulia Martina, 20enne. Tutti neretini.

Come detto, i carabinieri della stazione di Nardò stavano già tenendo d’occhio i movimenti dei ragazzi da qualche tempo. E ieri sera erano appostasti nelle vicinanze, silenziosamente nascosti nel buio nei pressi di casa di uno dei quattro, per studiare le loro mosse. A un certo punto, poco alla volta, li hanno visti arrivare alla spicciolata e poi entrare. Uno alla volta. Dopo l’ultimo ingresso è scattata la retata. All’atto dell’irruzione, due giovani hanno anche tentato la fuga disperata dalle tettoie dell’abitazione per raggiugere quelle vicine, ma sono acciuffati prima che riuscissero a dileguarsi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una volta ricomposto il gruppetto, ormai impossibilitato a scappare, si è passati alle perquisizioni. E, dentro una borsa, i carabinieri hanno trovato sei dosi di cocaina già confezionate per 3 grammi, un involucro, sempre con cocaina, e questa volta per 26 grammi e, ancora, due altri pacchetti con, rispettivamente, 57 grammi di marijuana e 43 di hashish. Non solo. Nella borsa c’erano anche soldi, una sommetta niente male: 2mila e 530 euro. Le banconote sono state sequestrate poiché ritenute dai militari probabile provento di spaccio. Tutti e quattro i giovani sono stati dichiarati in arresto. I maggiorenni, destinati ai domiciliari. Il 17enne, in centro di prima accoglienza per minori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul lavoro, muore a 35 anni schiacciato da una macchina saldatrice

  • Intervento di riduzione dello stomaco, muore in casa dopo un malore

  • Cinque tamponi positivi al Covid-19, due per residenti in provincia di Lecce

  • Cerca di riparare l’antenna in casa dei suoceri, poi precipita dal tetto: muore un 60enne

  • Tenta rapina nel market, ma il cassiere reagisce. Arrestato dopo la fuga

  • Fermato per strada trema davanti ai carabinieri. In casa aveva marijuana

Torna su
LeccePrima è in caricamento