Controllo in una pescheria, trovati 130 chili di pesce serra non etichettati

Il sequestro della guardia costiera a Uggiano La Chiesa. Il prodotto è stato poi donato a tre associazioni caritatevoli di Otranto

UGGIANO LA CHIESA - Circa 130 chilogrammi di pesce serra, privi di etichettatura e documentazione amministrativa per attestarne la tracciabilità, sono stati sequestrati dai militari della guardia costiera di Otranto, durante un controllo in una pescheria di Uggiano la Chiesa .

Gli esemplari si trovavano in parte in alcune celle frigo e in parte all'interno di un furgone isotermico di proprietà del titolare dello stesso esercizio commerciale . I militari hanno multato l’uomo (mille e 500 euro) e, dopo parere d’idoneità al consumo umano rilasciato dal servizio veterinario, lo hanno devoluto in beneficenza a tre associazioni caritatevoli di Otranto.

L'attività rientra nell'ambito della più vasta azione di vigilanza mirato al contrasto della pesca di froda e della vendita illegale di prodotto ittico, a tutela di consumatori e habitat marino e costiero.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • a me dispiace un pò per la pescheria lo farà per tirare a campare bho non lo so , però mi chiedo quanto costa etichettare il pesce?

  • Mi chiedo... ma se la provenienza è dubbia xche poi le associazioni caritatevoli possono consumare ugualmente il pesce?

    • La spiegazione è semplice: la provenienza è dubbia data la mancanza di "etichettatura e documentazione amministrativa", da cui la multa. Poi c'è il passaggio successivo: "parere d'idoneitá al consumo umano rilasciato dal sevizio veterinario", da cui la donazione benefica. Diverso sarebbe stato se la multa fosse stata per pesce avariato o cattive condizioni igienico-sanitarie. Impariamo a leggere bene gli articoli prima di commentare giusto per far polemica...

    • Ottima osservazione. È ciò che mi chiedo anch'io!

  • Mi sento una associazione caritatevole, si sappia.

Notizie di oggi

  • settimana

    L’autopsia sulla giovane mamma: fatale una rara forma di embolia

  • Cronaca

    Morte sospetta di un detenuto salentino in Calabria: parte l’inchiesta. Due indagati

  • settimana

    A Lecce il numero uno della Tutela ambiente: riflettori su smaltimento dei pannelli e infiltrazioni mafiose

  • Politica

    Affaire xylella, Lezzi convoca sindaci e associazioni. Piconese: "Si è svegliata"

I più letti della settimana

  • Muore dopo aver messo al mondo il bimbo, aperta inchiesta per omicidio colposo

  • Li fanno accostare per un controllo e spuntano oltre 2 chili di marijuana

  • Ricerche lampo dopo la rapina nel discount: presi durante l’inseguimento

  • Trenta bombe a mano sulla spiaggia: scoperta casuale dopo la mareggiata

  • L’autopsia sulla giovane mamma: fatale una rara forma di embolia

  • Misterioso rogo nel negozio di attrezzature per party: fiamme devastano il locale

Torna su
LeccePrima è in caricamento