Controllo in una pescheria, trovati 130 chili di pesce serra non etichettati

Il sequestro della guardia costiera a Uggiano La Chiesa. Il prodotto è stato poi donato a tre associazioni caritatevoli di Otranto

UGGIANO LA CHIESA - Circa 130 chilogrammi di pesce serra, privi di etichettatura e documentazione amministrativa per attestarne la tracciabilità, sono stati sequestrati dai militari della guardia costiera di Otranto, durante un controllo in una pescheria di Uggiano la Chiesa .

Gli esemplari si trovavano in parte in alcune celle frigo e in parte all'interno di un furgone isotermico di proprietà del titolare dello stesso esercizio commerciale . I militari hanno multato l’uomo (mille e 500 euro) e, dopo parere d’idoneità al consumo umano rilasciato dal servizio veterinario, lo hanno devoluto in beneficenza a tre associazioni caritatevoli di Otranto.

L'attività rientra nell'ambito della più vasta azione di vigilanza mirato al contrasto della pesca di froda e della vendita illegale di prodotto ittico, a tutela di consumatori e habitat marino e costiero.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Molteplici benefici per chi cammina in riva al mare

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Scu, droga a fiumi e spari nella notte: in 46 rischiano il processo

  • Fingono di scaricare birra appostati davanti ai “paninari”: militari catturano il ricercato

Torna su
LeccePrima è in caricamento