Controllo in una pescheria, trovati 130 chili di pesce serra non etichettati

Il sequestro della guardia costiera a Uggiano La Chiesa. Il prodotto è stato poi donato a tre associazioni caritatevoli di Otranto

UGGIANO LA CHIESA - Circa 130 chilogrammi di pesce serra, privi di etichettatura e documentazione amministrativa per attestarne la tracciabilità, sono stati sequestrati dai militari della guardia costiera di Otranto, durante un controllo in una pescheria di Uggiano la Chiesa .

Gli esemplari si trovavano in parte in alcune celle frigo e in parte all'interno di un furgone isotermico di proprietà del titolare dello stesso esercizio commerciale . I militari hanno multato l’uomo (mille e 500 euro) e, dopo parere d’idoneità al consumo umano rilasciato dal servizio veterinario, lo hanno devoluto in beneficenza a tre associazioni caritatevoli di Otranto.

L'attività rientra nell'ambito della più vasta azione di vigilanza mirato al contrasto della pesca di froda e della vendita illegale di prodotto ittico, a tutela di consumatori e habitat marino e costiero.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Tallonano la Punto, poi il colpo di pistola per far scendere la vittima

  • Paura sulla statale: perde il controllo e si schianta contro guardrail e albero

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

Torna su
LeccePrima è in caricamento