Controllo in una pescheria, trovati 130 chili di pesce serra non etichettati

Il sequestro della guardia costiera a Uggiano La Chiesa. Il prodotto è stato poi donato a tre associazioni caritatevoli di Otranto

UGGIANO LA CHIESA - Circa 130 chilogrammi di pesce serra, privi di etichettatura e documentazione amministrativa per attestarne la tracciabilità, sono stati sequestrati dai militari della guardia costiera di Otranto, durante un controllo in una pescheria di Uggiano la Chiesa .

Gli esemplari si trovavano in parte in alcune celle frigo e in parte all'interno di un furgone isotermico di proprietà del titolare dello stesso esercizio commerciale . I militari hanno multato l’uomo (mille e 500 euro) e, dopo parere d’idoneità al consumo umano rilasciato dal servizio veterinario, lo hanno devoluto in beneficenza a tre associazioni caritatevoli di Otranto.

L'attività rientra nell'ambito della più vasta azione di vigilanza mirato al contrasto della pesca di froda e della vendita illegale di prodotto ittico, a tutela di consumatori e habitat marino e costiero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Droga ed estorsioni, maxi operazione della polizia: 72 ordinanze

  • Agguato in autostrada ai tifosi del Lecce: un mezzo dato alle fiamme

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Malore alla guida, schianto sullo spartitraffico: 25enne in codice rosso

  • Due sinistri di ritorno dal mare: un uomo deceduto, l’altro gravemente ferito

  • Covid-19, chi rientra dalle zone colpite deve comunicarlo ai sanitari

Torna su
LeccePrima è in caricamento