Orrore nella casa di riposo, uccide anziana nella sua stanza da letto

Un 72enne originario di Castrignano del Capo accusato di aver assassinato una 87enne di Vasto. Il terribile episodio avvenuto nel cuore della notte dentro una struttura sanitaria in Abruzzo. Sul posto per le indagini sono andati i carabinieri

Foto da ChietiToday.

VASTO – Vito Papa, un uomo di 72 anni originario di Castrignano del Capo (ma da anni residente in Abruzzo) è accusato di aver assassinato Michele Marchesani, una 87enne di Vasto. Il terribile episodio s’è consumato nella casa di  riposo e residenza per anziani “San Pio”, che si trova sempre a Vasto, in provincia di Chieti. Papa è al momento in stato di fermo.

La vicenda è stata ricostruita dai carabinieri del Nucleo operativo radiomobile tramite il sistema di videosorveglianza attivo all’interno della struttura. Il 72enne della provincia di Lecce, dunque, sarebbe entrato di soppiatto nel cuore della notte di sabato nella stanza della donna, usando il  bastone del trapezio collocato al di sopra dei letti ospedalieri, e che serve per sollevarsi con le braccia. Papa l’avrebbe sfilato per colpire ripetutamente la donna in testa, provocandole ferite che non le hanno lasciato scampo.

Il corpo della malcapitata dovrà ora essere sottoposto all’autopsia. Resta da capire il movente del gesto, che appare incomprensibile. Non ci sarebbe stata, infatti, alcuna avvisaglia. Ma il salentino era un paziente che, a quanto sembra, aveva problemi di natura psichiatrica.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

  • Travolto da un’auto sulla litoranea di Santa Cesarea Terme: grave un ciclista

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

Torna su
LeccePrima è in caricamento