Boom di presenze a Lecce: i turisti preferiscono il Barocco a Capodanno

Federalberghi registra un aumento in Puglia del 10/20 percento in più durante il ponte di fine anno. Il capoluogo tra le mete predilette insieme a Gallipoli, Polignano a Mare, Monopoli e Ostuni

LECCE - Tutti pazzi per il Salento, anche d’inverno. Anche, e soprattutto, a Capodanno. Il capoluogo barocco è tra le mete più gettonate dai turisti che hanno prenotato un lungo soggiorno in città, in occasione del ponte della notte di San Silvestro.

Più in generale, la Puglia sta registrando un vero e proprio boom di presenze: i visitatori saranno il 10 percento, con punte del 20 percento in più rispetto all’anno scorso. I dati sono stati diffusi da Federalberghi Puglia che, come di consueto, monitora il sistema alberghiero regionale.

l turisti che hanno scelto la Puglia sono in maggioranza italiani, mentre gli stranieri continuando il trend positivo del 2018, si attestano intorno al +15 percento. E la vacanza non sarà mordi e fuggi: la permanenza media sarà infatti di 3 o 4 notti, in linea con il trend nazionale.

Bene anche la spesa media pro-capite, comprensiva di trasporto, alloggio, cibo e divertimenti, che si attesterà sui 500 euro: una vera boccata d’ossigeno per l’economia locale che arranca su altri fronti. Il turismo natalizio smuoverà le acque, portandosi dietro un importante giro d’affari.

“La nostra regione incassa un risultato positivo che arriva alla fine di un 2018 che ha registrato incrementi soddisfacenti – ha commentato Francesco Caizzi, presidente della Federalberghi Puglia -. La crescita a due cifre delle presenze di fine anno promuove la nostra filiera che dimostra, negli ultimi anni, di essere capace di andare oltre il sole e il mare per attrarre turisti anche nella bassa stagione con la cultura, i paesaggi, i piccoli borghi, le città d’arte, la enogastronomia, i grandi eventi e le tradizioni religiose e popolari”.

“I turisti che ci hanno scelto per questo Capodanno – ha proseguito - hanno preferito le nostre città d’arte, i paesi e i borghi dove le tradizioni natalizie sono vive e autentiche nel Salento, nella città metropolitana di Bari, nel nord barese, in Valle d'Itria, nel Gargano e nei Monti Dauni”.

Gallipoli, Polignano a Mare, Monopoli e Ostuni hanno confermato il loro appeal, diventando dei veri e propri must invernali. Secondo il leader degli albergatori pugliesi, la Puglia è una destinazione in crescita anche nei mercati europei. Merito anche di un lungo e accurato lavoro di promozione turistica e dei collegamenti aerei diretti con le capitali europee che sono decisamente migliorati.

“La propensione per il viaggio in Puglia anche durante le festività di fine anno, conferma il trend di crescita già rilevato a livello nazionale – ha aggiunto Caizzi -. Una tendenza che fa ben sperare per il turismo e per tutta l’economia regionale e fornisce delle conferme importanti agli operatori del settore. Ci aspettiamo che il governo regionale e quello nazionale continuino a riservare al turismo l’attenzione dovuta, con concrete misure di sostegno al settore, soprattutto in tema di fiscalità”.

Federalberghi promette, però, di non abbassere la guardia nella battaglia contro l’abusivismo ricettivo: “Una piaga che rischia di vanificare tutto il lavoro svolto a favore dello sviluppo turistico della Puglia e dell’Italia intera”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • È così bella e pulita da strizzare l'occhio a Bombay.

  • PErché il sindaco di lecce, quello VERO, sta lavorando al recupero della città. Una città DISTRUTTA E DEVASTATA per anni da perrone la sua gunta del malaffare. Era un mortorio, città spenta, svuotata, senza alcun decoro, città senza gusto estetico sopratutto sotto natale. Città dell improvvisazione. Ora il sindaco ha regalato un Natale ai leccesi bellissimo, la piazza e tutto il centro storico finemente addobbate, per non parlare del presepe e delle luci sul Duomo davvero BELLISSIME. Questo sindaco STA LAVORANDO PER LECCE, la sta recuperando la sta abbellendo richiamando turisti anche l'inverno. QUESTO sta lavorando per lecce, gli altri sono sulle pagine dei giornali per le orrende truffe degli alloggi popolari. QUESTO sindaco e quello, fate voi la differenza. Ma prima FATEVI UN GIRO SU LECCE, A PIEDI. NOTATE QUANTO LA CITTA' SIA PIU' CURATA BELLA E PULITA, nonostante sia popolata da tanti incivili. GRAZIE sindaco, io amo Lecce e lei la sta muovendo da quel torpore di troppi anni di gestione dei furbetti che se la son mangiata. grazie Salvemini!

  • Finalmente che qualcuno lavora per il bene dei luoghi .

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Schianto sul palo, l'auto si ribalta: muore due ore dopo in ospedale

  • Cronaca

    Viaggi e cene con i soldi dell’Ateneo: inflitti due anni e tre mesi di reclusione all’ex rettore

  • Attualità

    Affetto da rara malattia, vola in Spagna per l'Erasmus: una storia di buona sanità

  • Cronaca

    Ladri negli uffici di polizia locale, rubati 4mila euro e due personal computer

I più letti della settimana

  • Fa un incidente e chiede aiuto: il "soccorritore" tenta di stuprarla

  • Il futuro abiterà a Caprarica di Lecce, il borgo dove le case costano "1 euro"

  • Vigilante si uccide con una pistola: secondo suicidio simile in poche ore

  • Precipita dal tetto del capannone che voleva comprare, muore sul colpo

  • Brillantante servito invece di acqua, ispezioni di Nas e Asl nel bar

  • Misteriosa “rapina” a un corriere, scoperto l’autore: è la stessa vittima

Torna su
LeccePrima è in caricamento