“Fotovoltaico per tutti” per promuovere le fonti rinnovabili ad uso domestico

Con propria delibera, la giunta di Novoli ha predisposto uno schema di avviso pubblico di selezione, per individuare operatori economici per impianti sui tetti delle abitazioni a costo zero. Soddisfatto l’assessore Greco

NOVOLI - Con propria delibera la giunta comunale di Novoli ha dato indirizzo al responsabile del settore ambiente di predisporre uno schema di avviso pubblico di selezione, finalizzato ad individuare operatori economici per la realizzazione di impianti fotovoltaici sui tetti delle abitazioni e delle attività commerciali ed industriali a costo zero. Tale progetto è denominato “Fotovoltaico per tutti” ed ha come obiettivo principale di promuovere l’utilizzo delle fonti rinnovabili ad uso domestico.

Gianmaria Greco, vicesindaco ed assessore all’ambiente, spiega come si tratti di un provvedimento teso ad uno sviluppo “più sostenibile” con l’ausilio delle fonti rinnovabili: “L’amministrazione comunale – chiarisce - intende promuovere la cultura delle energie rinnovabili ed incentivare la produzione e l’autoconsumo di energia elettrica per uso domestico attraverso impianti fotovoltaici da realizzare sugli immobili dei cittadini a costo zero”.

Oltre a contrastare i cambiamenti climatici in atto che possono comportare una crescita dell’inquinamento globale, dovuto all’incidenza delle emissioni di gas serra nell’atmosfera, per Greco, le famiglie “devono confrontarsi ogni giorno con le difficoltà legate ai piccoli risparmi quotidiani”: “Infatti – precisa - l’energia elettrica in Italia è la più cara al mondo, e il costo di un impianto fotovoltaico domestico è inaccessibile ai più, ma l’assessorato all’ambiente ha intrapreso questa iniziativa per permettere a tutti gli utenti di usufruire di impianto senza alcun costo”.

Grazie a questa iniziativa i privati possono usufruire dell’installazione gratuita dei pannelli sulle proprie abitazioni, condomini o attività produttive. L’investitore aggiudicatario manterrà il diritto agli incentivi previsti dal conto energia, mentre l’utente potrà godere dei benefici energetici e dell’evidente risparmio economico che ne deriva. Tutti gli utenti che aderiscono al progetto del Comune, possono, previo sopralluogo e verifica delle corrette condizioni, disporre di un impianto senza alcun costo, mentre, a seguito di quanto disposto dal recente “Quinto Conto Energia” è prevista l’ introduzione di nuovi incentivi e benefici fiscali per puntare ad una crescita economica che dovrà andare di pari passo con il rispetto dell’ambiente.

Subito dopo l’espletamento dell’avviso pubblico, in collaborazione con la ditta aggiudicataria avverrà lo studio di fattibilità e i sopralluoghi sui tetti degli utenti che avranno attestato interesse all’iniziativa, infine si procederà al montaggio ed all’attivazione degli impianti. Il tutto dovrà avvenire senza alcun impegno finanziario da parte dell’utente, che potrà usufruire di un impianto gratuito, che nella maggior parte dei casi non avrebbe potuto permettersi considerato l’alto costo, ed un evidente ed immediato risparmio di energia in bolletta: “Il comune – precisa Greco - garantirà sostegno per le pratiche amministrative e provvederà ad avviare una campagna di sensibilizzazione per promuovere l’utilizzo delle fonti di energia rinnovabile per uso domestico”.

Greco ricorda come l’installazione di un impianto domestico comporti “diversi vantaggi”: incentivi più alti, autorizzazioni più semplici ed un minore impatto paesaggistico sulle campagne. “La nostra proposta – precisa - è che in tutti gli edifici, ove sussistano i presupposti sia prevista l’installazione di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, in modo tale da garantire una produzione energetica autonoma per ciascuna unità abitativa e per i fabbricati industriali”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il vicesindaco, la cultura sostenibile per lo sviluppo dei territori è “una chiave importante per fornire risposte ad una comunità ancora incerta sull’utilizzo delle fonti di energia rinnovabile”: per questo, una “seria” e “pianificata programmazione sull’utilizzo dell’energia da fonti rinnovabili non può prescindere da una ragionata concezione di sviluppo sostenibile”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul lavoro, muore a 35 anni schiacciato da una macchina saldatrice

  • Intervento di riduzione dello stomaco, muore in casa dopo un malore

  • Cinque tamponi positivi al Covid-19, due per residenti in provincia di Lecce

  • Cerca di riparare l’antenna in casa dei suoceri, poi precipita dal tetto: muore un 60enne

  • Tenta rapina nel market, ma il cassiere reagisce. Arrestato dopo la fuga

  • Fermato per strada trema davanti ai carabinieri. In casa aveva marijuana

Torna su
LeccePrima è in caricamento