Porto Cesareo offre 83 posti letto per gli sfollati dopo il terremoto

Dall'iniziativa di una consigliera comunale all'adesione di titolari di strutture alberghiere e semplici famiglie. La città rivierasca fa la sua parte

PORTO CESAREO - La comunità di Porto Cesareo si mette a disposizione delle popolazioni colpite dagli eventi sismici che stanno martoriando da mesi l'Italia centrale. 

L'amministrazione comunale guidata da Salvatore Albano ha informato la prefettura di Lecce di avere al momento 63 posti letto disponibili con spazio cucina e altri 20 per il solo pernottamento. Il coordinamento delle iniziative di solidarietà è affidato al Dipartimento della protezione civile nazionale. 

L'iniziativa è partita dalla consigliera Katia Basile ed ha trovato l'adesione di titolari di strutture ricettive ma anche di semplici famiglie del posto che hanno informato il Comune con una comunicazione scritta.  “Nel giorno della tragedia di Rigopiano  - spiega la consigliera Basile – ho pensato a quale fortuna avessimo a stare a casa, con le nostre famiglie, con un piatto caldo e un tetto sicuro. Da qui è partita l’idea di essere, come comunità, parte attiva e propositiva, negli aiuti alle popolazioni in difficoltà.

“Gli eventi calamitosi degli ultimi mesi – commenta il primo cittadino – non hanno sconvolto solo le terre direttamente colpite ma l’Italia intera. E da italiani, prima ancora che da cesarini e pugliesi, abbiamo il dovere di fare la nostra parte, attivamente. La risposta della mia comunità è stata pronta, a conferma del grande cuore dei cesarini”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una 26enne finisce contro un muretto e muore: secondo dramma in quattro giorni

  • Medico rientra dal turno e perde il controllo dell’auto: finisce nel canale

  • In Puglia 124 nuovi contagiati. Due decessi, uno in provincia di Lecce

  • Nel Salento 54 casi nei due ultimi giorni. Nessuno attribuito capoluogo

  • “Il mostro è arrivato dentro casa”: La Fontanella, sono 31 i contagiati

  • In moto a folle velocità sfugge a tre volanti. “Ero andato a Otranto per un caffè”

Torna su
LeccePrima è in caricamento