A Bari il Comune di Melendugno presenta Melendugnotoyou card, l’app per il turista

Il Comune di Melendugno presenta la card elettronica che sostituirà l'attuale fisica legata al pagamento della tassa di soggiorno grazie alla quale il turista potrà avere svariati vantaggi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Oggi, 13 settembre 2018, alla Fiera del Levante di Bari il Comune di Melendugno nell’ambito della conferenza “L’attività dei Distretti Urbani del Commercio” presenta la MelendugnoToYou Card, un’applicazione elaborata in seno al DUC Terre di Acaya e Roca, che consente al turista di usufruire gratuitamente dei servizi legati al pagamento della tassa di soggiorno. Alla presenza dell’Assessore dello Sviluppo economico della Regione Puglia, Antonio Nunziante si racconterà l’esperienza del Comune di Melendugno, primo esempio regionale di applicazione realizzato dal DUC e best practice del territorio di Melendugno. Fortemente voluta dal Sindaco Marco Potì in sinergia con il Consigliere Piero Marra, delegato alle Attività Produttive e la Consigliera Angelica Petrachi, delegata alla Promozione Territoriale, la card elettronica sostituirà l’attuale carta fisica legata al pagamento della tassa di soggiorno, che consente ai turisti di usufruire di servizi gratuiti come quello del trasporto pubblico estivo. Il funzionamento della app è molto semplice e prevede la connessione tra il turista e la struttura ricettiva, che gli fornisce i punti spendibili quotidianamente per usufruire del MareinBus e del TerraMare, i bus elettrici che collegano le marine tra di loro e queste ultime con l’entroterra. A Bari sarà presentata la versione beta dell’app, che è in corso di implementazione con nuovi servizi e attività. Il progetto si inscrive nella strategia dell’Unione delle Terre di Acaya e Roca e in quella di promozione turistica del Comune di Melendugno con il portale turistico www.melendugnotoyou.it

Torna su
LeccePrima è in caricamento