Arriva l'acqua dalla Basilicata. "Ora le assunzioni"

Dal fiume Sin una nuova risorsa per l'agricoltura locale. Dell'Anna, candidato del centrodestra a Nardò: "Adesso si possono impiegare gli acquaioli precari da 20 anni"

"Abbiamo notizie certe che l'importante risorsa è finalmente arrivata in Puglia ed è già presente nelle condotte principali alle porte di Nardò". La preziosa risorsa di cui parla Rino Dell'Anna, candidato sindaco per il centrodestra, è l'acqua del fiume Sin. Regione Puglia (all'epoca di Raffaele Fitto), Regione Basilicata e Governo Berlusconi stipularono un accordo di programma per l'adduzione delle acque lucane.

"Ora - dice Dell'Anna - è essenziale che quest'acqua venga messa a disposizione degli agricoltori dal consorzio di bonifica Arneo attraverso la fornitura diretta alle campagne. Questo assicurerebbe un aumento di reddito di manodopera per l'agricoltura salentina". Non solo. "Con la fornitura d'acqua proveniente dalla Basilicata - prosegue Dell'Anna - serve l'occupazione di personale addetto alla distribuzione di essa. L'assunzione di quegli acquaioli, molti dei quali neretini, che sono precari da vent'anni e che, nel 2006, di questi tempi erano già stati ingaggiati, mentre oggi sono ancora a casa, deve essere definitiva".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Paura sulla statale: perde il controllo e si schianta contro guardrail e albero

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

  • Travolto da un’auto sulla litoranea di Santa Cesarea Terme: grave un ciclista

Torna su
LeccePrima è in caricamento