Ato Lecce/2, Astore: "Riaprire l''impianto di Nardò"

Emergenza rifiuti, le acque sono ancora agitate. I rifiuti dell'Ato Lecce/2 continuano a non trovare collocazione. Lo stop imposto dalla Provincia di Taranto richiede una soluzione

Emergenza rifiuti, le acque sono ancora agitate. I rifiuti dell'Ato Lecce/2 continuano a non trovare collocazione. Lo stop imposto dalla Provincia di Taranto richiede una soluzione, mentre i camion sostano a Poggiardo.

"Siamo in piena emergenza, se si pensa che è stata chiamata in causa la Protezione civile, che interviene solo in casi straordinari", dice il sindaco di Poggiardo, Silvio Astore. Che poi ribadisce: "E' necessario rivedere il piano regionale voluto dal presidente regionale Nichi Vendola. D''altro canto, non si vede perché Grottaglie e Fragagnano debbano mettere a disposizione i propri impianti, se sono ancora disponibili delle volumetrie nella discarica di Nardò, come accertato dal gestore stesso di Castellino. Non me ne vogliano i cittadini di Nardò, si tratterebbe oltretutto di rifiuti trattati, quindi non si verrebbero a creare disagi per la popolazione. Spero che questo rifiuto non sia frutto di un calcolo politico".

Potrebbe interessarti

  • Concertone Notte Taranta: quaranta brani per una notte senza soste

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Col volto travisato, avvicinano un bimbo: la madre li vede e urla, poi la fuga

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Scontro all’incrocio: 28enne sbalzato dallo scooter muore in ospedale

  • Fingono di scaricare birra appostati davanti ai “paninari”: militari catturano il ricercato

Torna su
LeccePrima è in caricamento