Ato Lecce/2, Astore: "Riaprire l''impianto di Nardò"

Emergenza rifiuti, le acque sono ancora agitate. I rifiuti dell'Ato Lecce/2 continuano a non trovare collocazione. Lo stop imposto dalla Provincia di Taranto richiede una soluzione

Emergenza rifiuti, le acque sono ancora agitate. I rifiuti dell'Ato Lecce/2 continuano a non trovare collocazione. Lo stop imposto dalla Provincia di Taranto richiede una soluzione, mentre i camion sostano a Poggiardo.

"Siamo in piena emergenza, se si pensa che è stata chiamata in causa la Protezione civile, che interviene solo in casi straordinari", dice il sindaco di Poggiardo, Silvio Astore. Che poi ribadisce: "E' necessario rivedere il piano regionale voluto dal presidente regionale Nichi Vendola. D''altro canto, non si vede perché Grottaglie e Fragagnano debbano mettere a disposizione i propri impianti, se sono ancora disponibili delle volumetrie nella discarica di Nardò, come accertato dal gestore stesso di Castellino. Non me ne vogliano i cittadini di Nardò, si tratterebbe oltretutto di rifiuti trattati, quindi non si verrebbero a creare disagi per la popolazione. Spero che questo rifiuto non sia frutto di un calcolo politico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica scoperta: trovato morto in casa, la moglie era costretta a letto per una malattia

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Anziani maltrattati in una casa di riposo, scattano 11 denunce

  • In moto da cross si scontra su un'auto, un 14enne in codice rosso

  • Vino adulterato: dopo i sigilli in estate, maxi sequestro probatorio

  • Violento scontro fra auto: un uomo d’urgenza in ospedale con un trauma alla schiena

Torna su
LeccePrima è in caricamento