Copertino, Schito pronta a riprendersi la fascia: “Sarò il sindaco di tutti”

Dopo i festeggiamenti per la riconferma il primo cittadino punta alla pacificazione ed a proseguire la programmazione avviata nei primi cinque anni di governo. “Bocciati gli accordi a tavolino per fermarci”. Anche la “gemella” Osimo conferma l'uscente del centrosinistra

COPERTINO - Dopo la lunga notte dei festeggiamenti e la sfogo liberatorio osteggiato per aver disinnescato il tentativo di boicottaggio trasversale ordito politicamente anche nei meandri di pezzi del centrosinistra cittadino e regionale, che hanno preferito appoggiare il candidato Vincenzo De Giorgi, per il sindaco di Copertino, Sandrina Schito, è già tempo di riprendersi la fascia e pensare alla pianificazione dei prossimi cinque anni di governo a palazzo Briganti. Rinvigorita dalla vittoria al fotofinish e dall’affetto due suoi supporter, per il primo cittadino ci sarà da pensare ora agli scrutini scolastici e dopo qualche giorno di meritata vacanza con i propri cari, si passerà poi nuovamente all’azione di governo.             

"Ce l'abbiamo fatta, contro tutto e tutti. A dispetto di chi aveva organizzato un accordo a tavolino, senza tener conto del valore immenso che ha il voto delle persone libere, e senza esitare a frammentare il centrosinistra per provare a fermarci, siamo riusciti a spuntarla e potremo amministrare la città per altri cinque anni” riannoda le fila Sandrina Schito, a poco meno di 24 ore dalla sua “storica” rielezione a sindaco di Copertino. “Questo dimostra che la politica si fa solo con i fatti e le trame, alla fine, servono a poco” ammonisce la Schito, rievocando lo sfogo notturno contro chi ha provato nei due turni elettorali, e soprattutto nel ballottaggio, a bloccare la sua ascesa verso la vittoria finale spuntata con 102 voti in più rispetto al candidato dei movimenti civici. Rasserenati gli animi, calmierati dal successo decretato dalle urne, ora è Sandrina Schito pronta a guardare “oltre” gli ostacoli e le trame fuori dal palazzo per pianificare il futuro politico e amministrativo della città. “Ora è necessario convocare un tavolo che coinvolga le forze politiche che hanno a cuore il bene della città: il dato politico consegnatoci dalle urne ci chiede certamente di aprire una riflessione” puntualizza il primo cittadino, “adesso è il tempo della pacificazione. Sarò il sindaco di tutti e cercherò di interpretare le esigenze e le speranze di ognuno, provando a partire sempre dalle istanze di chi è più fragile. Sono orgogliosa di questo secondo mandato, un evento storico per la città di Copertino, che mai aveva scelto la continuità. Sento di dover ringraziare solo i copertinesi, per averci dato ancora fiducia. Posso assicurare loro tutto il mio impegno perché la città continui a crescere”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo qualche giorno di tregua e di rispettoso ritiro tra gli affetti familiari, il sindaco Schito e le compagini della coalizione di Copertino in dialogo, metteranno da subito mano all’agenda programmatica. “La città ha bisogno di vedere ultimato quanto è stato avviato e di poter finalmente vedere compiuto il lavoro a cui abbiamo dato inizio negli anni appena trascorsi” conferma in tale direzione Sandra Schito, “presto, con la nuova giunta, tornerò al lavoro, ripartendo da dove ci eravamo momentaneamente fermati e saremo pronti per le nuove sfide che ci attendono. Sono felice di avere al mio fianco uomini e donne che sono certa sapranno dare un contributo in termini di umanità, sensibilità e competenze importante per dare ulteriore slancio alla città di Copertino. In questi giorni, però, solo un impegno lavorativo, nella mia scuola, e privato e familiare: ho bisogno di recuperare energie, perché la strada sarà lunga e faticosa. Qualche giorno di riposo, per vivere un momento di intimità con i miei cari, e poi mi riconsegnerò alla città, per proseguire nel mio impegno e continuare a rispondere sempre presente ai copertinesi, sempre e soltanto per il bene della città, con la schiena ben dritta e l'orgoglio di rappresentare ancora una grande comunità”. Una curiosità a margine del turno di ballottaggio unisce anche politicamente il gemellaggio tra la città di Copertino e quella di Osimo, in nome e per contro del Santo dei voli. Entrambe le comunità nella notte hanno festeggiato la riconferma, al ballottaggio, dei propri primi cittadini entrambi espressione del centro sinistra: Sandrina Schito e Simone Pugnaloni hanno respinto l’assalto elettorale mosso dai candidati e dalle coalizioni di centrodestra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Cede il ponte, travolto da un'auto: 18enne con grave ferita a una gamba

  • Rientrano dal Brasile nel Salento: madre, padre e figlia positivi al Covid

  • Svolta nel caso Mauro Romano: identificato un uomo, sospetto sequestratore

  • Esce in bici e poi telefona alla famiglia: "Mi sono perso". Ore di ansia per un 80enne

  • Giorgia e il fidanzato Emanuel Lo: vacanze salentine d’amore

Torna su
LeccePrima è in caricamento