Taglio del nastro per la Trax Road. Il sindaco responsabilizza i residenti della 167

Cerimonia d'inaugurazione per il parco che deve fungere da cerniera tra i rioni divisi dalla strada a scorrimento veloce per San Cataldo. Dotato di un anfiteatro al coperto e di un'area predisposta per un punto ristoro, si estende su 20mila metri quadrati

LECCE – Come tutte le volte che viene inaugurato un parco, a Lecce, la domanda che sorge spontanea è: quanto durerà? Qualche timore, ad essere realistici c’è e lo stesso sindaco, Paolo Perrone, consegnando l’area denominata Trax Road ai cittadini della zona 167, ha sottolineato l’importante del senso di appartenenza e di protezione che i residenti devono dimostrare nei confronti di un’area verde di circa 20mila metri quadrati la cui realizzazione affidata alla ditta Merico su progetto di Mariella Giordano, Francesca Fiore, Domenico Antonelli e Francesco Pellegrino, è stata finanziata con 2 milioni e 400mila euro, frutto di una convenzione tra Comune e Anas.

E non si tratta tanto della collocazione in un quartiere periferico e storicamente difficile perché in città ci sono esempi, altrove ubicati, che non versano in buone condizioni: a partire dal parco di Belloluogo – per il quale si sta andando decisamente verso la concessione a privati - per finire a quello Tafuro, nel rione Leuca. E’ il senso civico uno dei talloni d’Achille di questa città e le mancanze istituzionali non possono essere un alibi. La Trax Road è dotata di un sistema di videosorveglianza, ma si presenta estremamente fragile: non è recintata e questa scelta rappresenta un azzardo.

L’idea progettuale del parco – che a settembre sarà intitolato a Melissa Bassi -  è stata quella di creare un tessuto di connessione tra le due zone 167, A e B, predisposto per la creazione di servizi a disposizione dei residenti di tutta la città, e non solo una cerniera verde tra due aree periferiche. Sono stati realizzati un anfiteatro coperto da una tensostruttura, una vasca d’acqua collegata ad un canale previsto in adiacenza ai percorsi pedonali e cicloturistici, un giardino tematico, un’area giochi e un punto di ristoro con bar e servizi.

trax1-2Con la Trax Road si vuole anche ridimensionare l’asse viario esistente, a scorrimento veloce, fino a portarlo ad un livello di vivibilità di quartiere. All’inaugurazione ha partecipato anche l’assessore ai Lavori Pubblici, Gaetano Messuti, il cui ufficio coordinato da Claudia Branca ha seguito tutto l’iter. Presenti anche altri esponenti della giunta e alcuni consiglieri comunali.

Durante la cerimonia, inoltre, verrà presentata ufficialmente è stata presentata ai cittadini l’opera scultorea intitolata "aMARe", realizzata dal professor Marco Mariano, artista e docente di scultura all’Accademia di Belle Arti. L’opera è stata consegnata dalla città di Vibo Valentia a quella di Lecce in virtù del gemellaggio esistente tra i due comuni, suggellato dal “Protocollo dei Due Mari”. L’opera fa seguito alla collocazione, all'ingresso del parco cittadino vibonese "Moderata Durant", della scultura "Verso l'Alto", inaugurata il 20 luglio 2012.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

  • Travolto da un’auto sulla litoranea di Santa Cesarea Terme: grave un ciclista

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

Torna su
LeccePrima è in caricamento