Mercato: si spostano anche operatori delle vie Agrigento e Alessandria

Nella nuova area di via Bari si sono già trasferiti in via temporanea i commercianti ambulanti che espongono lungo viale Giovanni Paolo II. L'ordinanza del sindaco Paolo Perrone è stata estesa. Un atto dovuto ai lavori appaltati dall'Acquedotto pugliese

LECCE – Anche gli operatori commerciali ambulanti che abitualmente espongono la loro merce il lunedì e il venerdì nelle vie Agrigento e Alessandria dovranno spostarsi vero la nuova area mercato di via Bari.

L’ordinanza, che aveva riguardato in prima battuta i proprietari di stand espositivi che solitamente allestiscono su viale Giovanni Paolo II e nei pressi del Palazzetto dello Sport, è stata dunque estesa. La zona, come noto, è interessata da alcuni lavori appaltati dall’Acquedotto pugliese.

Il provvedimento era stato adottato dal primo cittadino leccese per garantire l’incolumità, dell'igiene e della salute delle persone coinvolte nei giorni in cui viene allestito il mercato bisettimanale. L’ordinanza dispone il trasferimento dei commercianti dal 10 aprile sino al prossimo 29 maggio. 

Tutto questo, mentre non s’è ancora sopita la polemica, considerato che sulla vicenda vi sono ricorsi pendenti e si sono sempre addensate perplessità. E’ una situazione temporanea, dettata dai lavori, ma in buona sostanza funge anche da test per il futuro.

I commercianti, da sempre restii al trasferimento, hanno firmato una “pace” temporanea con il Comune, per spirito di solidarietà fra colleghi, spostandosi tutti in questa zona del rione San Sabino. Il primo test, però, ha portato mugugni presso gli stessi commercianti e i residenti. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Paura sulla statale: perde il controllo e si schianta contro guardrail e albero

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

Torna su
LeccePrima è in caricamento