Nardò ciclabile: cambia il senso di marcia per far spazio alla nuova pista

L’arrivo della ciclabile non cancellerà i parcheggi. Cambierà il senso di marcia su via Bellini e via Bonfante, dal 5 settembre, diventerà a senso unico

Foto di repertorio: una pista ciclabile

NARDO' - Cambia la viabilità a Nardò per far posto alla realizzazione di una pista ciclabile. Quest'ultima verrà realizzata nelle prossime settimane lungo via Bonfante, in direzione via XXV luglio. Costeggerà questa arteria centrale della città, sul lato destro, determinando un ovvio restringimento della carreggiata.

Il Comune è quindi intervenuto preventivamente, modificando la viabilità della strada interessata (via Bonfante appunto) che diventerà a senso unico a partire da giovedì 5 settembre. Il cambio riguarda la direzione di marcia con ingresso da via Caduti di via Fani e uscita su via XXV luglio.

La novità, introdotta con un’ordinanza firmata dal dirigente Cosimo Tarantino, comporterà una migliore gestione dei flussi di traffico, fatti salvi i parcheggi esistenti lungo quel tratto di strada. ottimale i flussi di traffico e salvaguardare i parcheggi esistenti su questa importante arteria urbana.

Il provvedimento stabilisce tutta una serie di altre modifiche alla viabilità sulle vie che intersecano via Bonfante: l’obbligo di svolta a sinistra per chi arriva su via Bonfante percorrendo via Pico di Tullo, l’obbligo di svolta a destra per chi arriva percorrendo via Magnani, l’obbligo di svolta a sinistra per chi arriva percorrendo via Vergari, l’obbligo di svolta a destra per chi arriva percorrendo via Flascassovitti, l’obbligo di svolta a destra/dritto per chi arriva da via Secchi, l’obbligo di svolta a sinistra/dritto per chi arriva da via Betti, il senso unico di marcia su via Caruso con ingresso da via Bonfante, l’obbligo di svolta a destra per chi arriva su via Bonfante percorrendo via Piccinni, via Nitti e via Ruffini, l’obbligo di svolta a sinistra per chi arriva percorrendo via Celso.

Chi percorrerà via XXV luglio, quindi, non potrà più accedere su via Bonfante dall’incrocio semaforico posto all’altezza dei “campetti”. L’ordinanza stabilisce anche l’inversione del senso di marcia su via Bellini, con ingresso da via XXV luglio e uscita su via Betti. Ad eccezione, del tratto compreso tra via Cirillo e via Betti (di fronte all’istituto scolastico), in cui resterà invariato il doppio senso di marcia, mentre la stessa via Cirillo diventerà a senso unico (con direzione via Volta).

Le altre modifiche sono l’obbligo di svolta a sinistra per chi arriva su via Bellini percorrendo via Salvemini, l’obbligo di svolta a destra/dritto per chi taglia via Bellini percorrendo via Celso, l’obbligo di svolta a sinistra/dritto per chi taglia via Bellini percorrendo via Tommaseo, l’obbligo di svolta a destra per chi arriva su via Bellini percorrendo via Taranto, l’obbligo di svolta a sinistra/dritto per chi arriva percorrendo via Vetere. In questi giorni si sta procedendo con l’apposizione della relativa segnaletica.

“Stiamo portando Nardò al livello delle città più moderne d’Italia e d’Europa – ha commentato il sindaco Pippi Mellone - facendo scelte importanti nella direzione della vivibilità, l’unica possibile in quest’epoca, la priorità delle politiche a livello non solo locale. Un tema, quello delle città sostenibili, che è nell’interesse della generalità dei neretini. Ovviamente ascoltiamo i pareri di tutti, guardiamo con attenzione norme e prescrizioni, studiamo le varie possibilità e facciamo uno sforzo per bilanciare bisogni e utilità, ma ricordo che nessun residente e nessun operatore commerciale può e deve sentirsi proprietario della via in cui vive e lavora, pretendendo di imporre il suo interesse a quello di altri o di tutti”.

“Il senso unico – ha aggiunto l'assessore alla polizia locale, Bernaddetta Marini - è utile a salvare i parcheggi ed è possibile perché ci consente comunque una ottimale gestione dei flussi di traffico invertendo contestualmente il senso della parallela via Bellini. Direi che questa arteria, una delle più trafficate, con il senso unico e con la ciclabile, ne guadagnerà in termini di vivibilità. Senza dimenticare che l’intervento previsto dal progetto di Ciclonardò ci restituirà un strada riqualificata e molto migliore se consideriamo le condizioni attuali. Credo che sarà necessario qualche giorno per abituarci e per assimilare le novità, anche in previsione dell’apertura dell’anno scolastico nei plessi di via Bellini e via Torino e dell’istituto “Moccia” e delle relative possibili criticità”.

“Come sapevamo, Ciclonardò – ha concluso l'assessore al Commercio, Giulia Puglia - comporta qualche modifica alla circolazione veicolare, come nel caso di via Bonfante. In questo modo salviamo i parcheggi tutelando gli operatori, che avranno entro qualche settimana una strada più bella, ordinata e vivibile. In questo caso, si tratta di una scelta tecnicamente la più logica avendo riguardo alle dimensioni della carreggiata. A via De Gasperi, dove la carreggiata è significativamente più larga, si sono fatte scelte tecniche di diverso tipo, sempre con l’obiettivo di tutelare gli operatori di quella strada. La città cresce, migliora, cercando di salvaguardare le esigenze e gli interessi di tutti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tentato omicidio in una masseria: colpito alla bocca un operaio 27enne

  • Travolge grosso cane che attraversa la via e finisce su un muro: grave 21enne

  • Precipita dalle mura del centro di Gallipoli: un 30enne in gravi condizioni

  • Quell'auto sospetta agganciata più volte. Ed è una sfida ad alta velocità

  • Eroina, cocaina e marijuana: tre arresti, segnalati i due acquirenti

  • Breve temporale, ma il fulmine si abbatte sulla casa: impianto elettrico fuori uso

Torna su
LeccePrima è in caricamento