Sul litorale galateo pedane per sport e meditazione: Galatone punta sulla lentezza

Sono state installate da alcuni giorni le piattaforme che eliminano le barriere architettoniche, preservando il territorio

Una delle attività sul litorale galateo.

LA REGGIA (Galatone) – Al frastuono e al turismo di massa, l’amministrazione Filoni ha preferito la lentezza. Inaugurate sabato scorso, in località “La Reggia” di Galatone, le pedane in legno con camminamenti che eliminano le barriere architettoniche e ricongiungono lo splendido litorale al lungomare. I primi appuntamenti hanno visto alternarsi corsi di Hata yoga e lezioni di scrittura.

Si tratta di una decisa inversione di tendenza rispetto al turismo “mordi e fuggi” che ha contraddistinto le marine ioniche nell’ultimo decennio e che punta ad una rivalutazione e tutela delle bellezze naturalistiche del territorio. Non più territorio di conquista speculativa e, soprattutto, non più deturpato con attività che distruggono il delicato equilibrio della natura.

Il tutto con il tramonto sul mare che si può ammirare dal litorale galateo. Sino alla fine del mese è previstoun fitto calendario di appuntamenti con Fit Yoga e Circuito funzionale, movimento in gravidanza, pilates al tramonto, shiatsu in riva al mare, functional training.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Codacons: tariffe telefoniche in grave aumento

I più letti della settimana

  • Infarto per una bimba di 1 anno. Anche un bagnante rischia malore davanti alla scena

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Bambino pesca un osso in mare. E si scopre essere una tibia umana

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

Torna su
LeccePrima è in caricamento