“Rete Ilo per la Smart Puglia”. I progetti finanziati dalla Regione con 435mila euro

Sono cinque le proposte ammesse ai fondi del bando previsto dalla Regione Puglia per rendere più produttiva l'attività delle imprese e facilitare il trasferimento di conoscenze dagli enti pubblici. Loredana Capone: "Investimento per le nuove generazioni"

Loredana Capone.

LECCE - Sono cinque i progetti ammessi a finanziamento – per un totale di 435mila euro - nell’ambito del bando “La Rete Ilo per la Smart Puglia” pubblicato dalla Regione lo scorso maggio  con l’intento di affidare all’eccellenze delle università e degli enti di ricerca pugliesi il delicato compito di potenziare il trasferimento di conoscenza dalla ricerca pubblica al mercato, ai sistemi d’impresa, per capitalizzare gli investimenti e rendere l’attività ancora più competitiva.

Si tratta de "La Rete Ilo per Expo 2015” a Foggia, “Futur Lab” a Bari e Lecce ed esperienze di “Accelerazione di Impresa” ed ’”Interpretariato Tecnologico”.  Dove Ilo sta per industrial liason office. Promosso dall'assessorato allo Sviluppo economico della Regione Puglia, il progetto Ilo Puglia si pone l'obiettivo di dotare la rete degli atenei pugliesi, sostenuta dall’azione di coordinamento svolta dall’Agenzia regionale per la Tecnologia e l’Innovazione (Arti), di un complesso di strumenti e risorse di carattere stabile per l'attuazione di buone pratiche del trasferimento di conoscenza e di valorizzazione dei risultati della ricerca.

 “Abbiamo voluto provocare i luoghi dove si coltiva la conoscenza – ha commentato l’assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia,  Loredana Capone -. Abbiamo voluto stanare i loro protagonisti per allearci in maniera ancora più stringente e aggiungere un nuovo tassello verso l’obiettivo di ecosistema dell’innovazione pugliese, che la Regione vuole perseguire all’orizzonte del 2020. Quest’ultimo scorcio della programmazione 2007-2013 ci sta offrendo preziose occasioni per sperimentare azioni che connettono sempre di più il mondo della ricerca al sistema delle imprese pugliesi e offrire così una occasione al protagonismo dei giovani e a tutto il loro potenziale. E’ una sfida che le università e gli enti di ricerca hanno voluto cogliere comprendendone il valore e l’indispensabilità. E’ un investimento per sostenere la qualità del futuro che si apre alle nuove generazioni”.

“Con questo bando la Regione Puglia ha voluto puntare a un ruolo sempre più propositivo degli Ilo pugliesi – ha aggiunto la presidente dell’Agenzia regionale per la Tecnologia e l’Innovazione Eva Milella. In questi anni l’Arti ha seguito con particolare cura gli sviluppi di questa esperienza e guarderà con ancora maggiore interesse ai risultati che potranno essere generati dalla fase di sperimentazione diretta così da metterli a disposizione della strategia regionale di Smart Specialisation e delle sue stesse evoluzioni”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Violento impatto fra due veicoli, ragazza di 19 anni in Rianimazione

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

Torna su
LeccePrima è in caricamento