Ribaltamento della stazione, il cantiere avanza lungo tre binari paralleli

In commissione Lavori Pubblici il vice sindaco, Alessandro Delli Noci, ha fatto il punto sullo stato dei lavori sul versante delle cave. Tre le direttrici: il tunnel, il parcheggio e il terminal dei bus

L'area sulle cave di Marco Vito.

LECCE - Il progetto di ribaltamento della stazione ferroviaria procede lungo tre binari paralleli: la costruzione del tunnel che rappresenta il vero e proprio motore del cambiamento di prospettiva, quella del parcheggio e dell'edificio direzionale e, infine, la realizzazione di un terminal per gli autobus che confluiranno da viale Grassi. Lo stato di avanzamento dei lavori è stato illustrato questa mattina in commissione Lavori Pubblici dal vice sindaco, Alessandro Delli Noci e dal dirigente di settore, Giovanni Puce. 

Il cantiere, nel suo complesso,costituisce l'intervento che maggiori ripercussioni avrà nel quadrante di nord ovest del capoluogo salentino. Sono stati demoliti i vecchi fabbricati delle Ferrovie Sud Est e si sta procedendo al collaudo statico del ponte mentre si deve completare il tunnel che dovrà collegare i due versanti del terminale ferroviario in modo da consentire all'utenza l'accesso e l'uscita da entrambi. Una delle finalità è quella di alleggerire il peso veicolare che insiste sull'attuale ingresso, quello di viale Oronzo Quarta, spostandone il carico, in particolare quello dei mezzi pesanti, sull'altro lato.

Per il piazzale e il viale Oronzo Quarta è comunque prevista una riqualificazione, oltre agli interventi di sostituzione della pubblica illuminazione già effettuati. Il progetto preliminare, per un importo stimato di un milione e mezzo di euro, è stato presentato alla Regione Puglia esattamente un anno addietro per ottenere l'autorizzazione a utilizzare le economie dell'appalto principale per apportare sostanziali modifiche alla situazione esistente: per il piazzale antistante è previsto un utilizzo esclusivo per bus e taxi, una zona di attesa e accoglienza per i viaggiatori, interventi di alberatura e installazione di fontane. Dal punto di vista dell'accessibilità l'idea progettuale è quella di portare a un unico livello la pavimentazione di tutto il viale con elementi dissuasori per dividere la zona pedonale da quella carrabile. Il via libera da Bari è arrivato e ora gli uffici comunali sono al lavoro per il progetto definitivo che sarà poi la base della procedura di gara.

Delli Noci ha anche informato i consiglieri presenti in commissione che l'amministrazione intende proporre a Ferrovie dello Stato (che ha assorbito le Ferrovie del Sud Est) di spostare la grande officina di riparazione degli autobus che sorge proprio davanti alla stazione ferroviaria. Adriana Poli Bortone ha chiesto, con riscontro positivo, di poter discutere del ribaltamento della stazione in connessione con gli altri progetti previsti per quella zona della città che - pare che su questo siano tutti d'accordo - deve essere profondamente ripensata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Agguato in autostrada ai tifosi del Lecce: un mezzo dato alle fiamme

  • Fuoristrada sospetto: nel doppiofondo della barca mezza tonnellata di droga dall’Albania

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Malore alla guida, schianto sullo spartitraffico: 25enne in codice rosso

  • Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

  • Due sinistri di ritorno dal mare: un uomo deceduto, l’altro gravemente ferito

Torna su
LeccePrima è in caricamento