Freddato con un colpo alla gola: muore un 28enne, omicida si costituisce

Un tragico fatto di sangue, nella notte, a Maglie. Un giovane uomo è stato accompagnato nell’ospedale di Scorrano. Fermato un 25enne

Il luogo dell'omicidio. (Foto di Antonio Quarta)

MAGLIE – Freddato con un colpo di arma da fuoco alla gola: fermato dopo un'indagine lampo l'autore reo confesso dell'omicidio.  È accaduto in via Don Luigi Sturzo, a Maglie, nelle vicinanze di un rivenditore ambulante di panini e di un istituto scolastico. La comunità è scossa dal violento episodio, nel cuore della notte, nel quale ha perso la vita Mattia Capocelli, 28enne del luogo, senza occupazione e noto alle forze dell’ordine: è spirato nelle ultime ore, durante il ricovero d’urgenza presso l’ospedale di Scorrano. Simone Paiano, un 25enne magliese, anche lui disoccupato e noto alle forze dell'ordine per vecchie questioni legate al mondo dello spaccio di droga, è stato tratto in arresto all'ora di pranzo dai militari del comando provinciale, coordinati dal colonnello Giampaolo Zanchi. Paiano si è presentato presso la compagnia di Maglie, accompagnato dal suo legale di fiducia, per costituirsi e confessare il grave fatto di sangue. 

I fatti

Alle 2 in punto, la vittima è stata accompagnata al pronto soccorso, con una lesione grave, provocatagli da un individuo circa un quarto d'ora prima. Un foro all'altezza della gola, provocatogli da un proiettile esploso da una pistola semiautomatica calibro 6,35, che non era detenuta legalmente da Paiano e della quale, per il momento, non vi è traccia. Il quadro clinico ha da subito preoccupato il personale sanitario. Intorno alle 3 e un quarto, il 28enne è infatti deceduto davanti ai medici, che non hanno potuto fare più nulla per tenerlo in vita. La lesione al collo si è rivelata tanto profonda da non lasciargli scampo. I carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Maglie, intanto, guidati dal tenente Gaetano Piazza,  hanno raggiunto l’ospedale “Ignazio Veris Delli Ponti” e lo stesso luogo nel quale si è verificata la sparatoria. La salma del 28enne, in mattinata, è stata trasferita presso la camera mortuaria dell'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce, dopo l'ispezione cadaverica del medico legale. Nei prossimi giorni, forse già domani, la Procura della Repubblica di Lecce conferirà l'incarico al consulente per l'autopsia sul corpo di Capocelli. L'accertamento medico potrà stabilire con più precisione la dinamica del ferimento a morte del giovane uomo.

Sopralluoghi e indagini

Simone Paiano-2Immediati i sopralluoghi sul posto, alla presenza dei militari della Sezione investigazioni scientifiche di Lecce. Ritrovata l'ogiva del proiettile e posta sotto sequestro, sono stati da subito recuperati i filmati dalle videocamere di sorveglianza utili, installate in zona, mentre gli inquirenti dell’Arma si sono messi sulle tracce di alcuni avventori della paninoteca mobile che avrebbero assistito al fatto di sangue o, in ogni caso, notato elementi utili alle indagini.  Scavando tra i contatti della vittima dell'agguato e tra i conoscenti presenti al momento della sparatoria, ora i militari sperano di risalire anche al movente del tragico epilogo di una note che sarebbe dovuta essere di festa e vacanza: gli investigatori non hanno ancora avuto modo di accertare se l'omicidio sia stato precduto da una rissa in strada, o da episodi simili in altri punti della cittadina.

Il sospetto che tutto sia partito da un diverbio si sta però facendo strada via via nelle ore: non si sarebbe dunque trattato di una vendetta, ma di una banale lite degenerata in cieca violenza. Si tratta di ipotesi che potranno essere confermate o meno, soltanto dopo l'ascolto di Paiano, al momento accompagnato preso il carcere di Borgo San Nicola, a Lecce, su disposizione del pm Maria Consolata Moschettini e del procuratore aggiunto della Dda di Lecce, Guglielmo Cataldi, i quali hanno coordinato l'intera attività. Non vi sono, per il momento, altri individui coinvolti: nessun indagato in stato di libertà, nè sospettati. Paiano avrebbe dunque agito da solo, esplodendo il colpo dall'arma mentre si trovava in piedi, di fronte al conoscente 28enne, al quale ha strappato brutalmente la vita.

Potrebbe interessarti

  • Un traguardo dopo l'altro: Lele dei Negramaro pronto alla 9 chilometri

  • Il tour di "8", il legame con il Salento, l'Europa. Intervista a Max Casacci dei Subsonica

  • "Felice di essere con voi": Elisa super ospite del concertone della Taranta

  • Mantenere le qualità nutrizionali del cibo, gli alimenti da lasciare fuori dal frigo

I più letti della settimana

  • Perde il controllo dell’auto e si ribalta: un 27enne in Rianimazione

  • Autovelox su statali e provinciali: ridefiniti i tratti dove possono essere installati

  • Passa con il semaforo rosso, aveva la patente revocata. E si scopre la cocaina

  • A poche ore dal sequestro di sdraio, la madre del titolare del lido viola sigilli: nei guai anche lei

  • Morto Giovanni Semeraro, il patron che ha portato il Lecce dentro il calcio moderno

  • Colpito dall’elica di una barca durante il bagno nello Ionio: ferito all’arto

Torna su
LeccePrima è in caricamento