Cognomi a Lecce: l'indiano Singh diffuso come Starace e Giordano. Greco a un passo da Rizzo

Secondo gli open data del Comune, aggiornati al 2018 sono circa 13mila in tutto. Tra quelli stranieri, il secondo, Diouf, e il terzo, Ndiaye, sono originari del Senegal

Una veduta di Lecce dal castello.

LECCE  - Sono 13mila circa i cognomi diversi censiti per i residenti a Lecce, secondo gli Open Data del Comune aggiornati al 2018.

Il più diffuso si conferma Rizzo con 956 residenti, seguito da Greco (949), Quarta (768), Perrone (593), Mazzotta (568), De Giorgi (527), Ingrosso (474), Russo (425), Capone (411), Rollo (410). Rispetto alle rilevazioni precedenti, però, la forbice tra il primo è il secondo si è decisamente ridotta.

Le curiosità

Sono 7023 i cognomi associati a più residenti, fino a un minimo di due, mentre tutti gli altri fanno registrare una sola occorrenza. Per quanto riguarda quelli di origine straniera, è Singh quello più diffuso con 103 residenti. Al secondo posto Diouf e Ndiaye, dal Senegal, rispettivamente con 68 e 49. Al quarto ancora un cognome indiano, Kaur, con 46. In pratica il cognome Singh è diffuso tanto quanto Starace, Mazzeo, Giordano: segno di una composizione sociale che lentamente e inesorabilmente muta.

Rizzo, secondo altre fonti, è anche il cognome più diffuso in tutta la provincia di Lecce, il terzo nella regione. Quella con il maggior numero di occorrenze la Sicilia, poi la Puglia, quindi la Lombardia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Paura sulla statale: perde il controllo e si schianta contro guardrail e albero

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

Torna su
LeccePrima è in caricamento