Campionato italiano medici: il luogo scelto per il 2020 è il Salento

Se gli eventi potranno ricominciare a fine estate, dal 29 agosto al 5 settembre il Tacco ospiterà il torneo dei medici calciatori da tutta Italia

Uno dei tema dei medici calciatori.

LECCE – Non vi è certezza sul destino degli eventi futuri, ma questa è già una bella notizia: il Campionato italiano medici del 2020 è stato programmato nel Salento. Con un comunicato ufficiale, emesso a seguito di una riunione pochi giorni fa, il direttivo dell’Associazione nazionale medici calcio ha designato il Tacco come sede del 18esima edizione del torneo in programma nella settimana dal 29 agosto al 5 settembre. In questo particolare momento, nel quale medici e infermieri godono finalmente di un'alta stima da parte dei cittadini, sarebbe una gioiosa opportunità per il territorio.

Ovviamente lo svolgimento dell’evento sarà subordinato alla piena risoluzione dell’emergenza Coronavirus, come tiene a sottolineare Domenico Rocco, responsabile della squadra calcio dei medici salentini e vice-presidente della neonata “Medicincampo Lecce”, associazione nata sotto l’egida dell’Ordine dei medici della provincia di Lecce per incentivare la pratica sportiva. “Sarà veramente bello potere disputare questa importante manifestazione nella nostra terra una volta superato questo momento drammatico” ha dichiarato il presidente dell’associazione, Giuseppe Palaia “così da dare un po’ di gioia anche a noi medici. Sarebbe un ricordo molto importante anche per i colleghi che sono caduti sul campo, per cui è nostra intenzione proporre di mettere sulle maglie di gara un nastrino nero a loro memoria”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il presidente dell’associazione nazionale, Giovani Borrelli ha voluto sottolineare che l’intero consiglio direttivo ha approvato con estremo piacere la proposta della sede avanzata nei mesi scorsi dal dottor Rocco.  “La fattibilità chiaramente dipenderà dalle disposizioni governative” ha ribadito il Borrelli “Speriamo che per quel periodo si possa viaggiare e soprattutto disputare manifestazioni del genere che presuppongono aggregazione sociale. Sarebbe sicuramente un modo sanissimo di riprendere quella socialità che questo maledetto virus ci ha portato via”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intervento di riduzione dello stomaco, muore in casa dopo un malore

  • Salvato in extremis dal suicidio, in mano un biglietto d'addio incompiuto

  • Cinque tamponi positivi al Covid-19, due per residenti in provincia di Lecce

  • Fra serra e casa una piccola fabbrica della marijuana: arrestato

  • Tenta rapina nel market, ma il cassiere reagisce. Arrestato dopo la fuga

  • Spaccio di stupefacenti, armi e rapine, in 23 davanti al giudice

Torna su
LeccePrima è in caricamento