Un grande Franzi Roselli brilla nella Royal Parks half marathon

L'atleta leccese chiude con il fantastico tempo di 1.17.58, conquistando il primo posto di categoria e il 19esimo assoluto

LECCE – L’ultimo leone d’Inghilterra. Il Regno Unito si conferma ancora una volta il terreno preferito da Franzi Roselli per conquistare record e successi. Dopo l’ottima prova nella Hackney half marathon, l’atleta dell’Asd Gpdm Lecce si è ripetuto nella Royal Parks half marathon, la mezza maratona di Londra che richiama ogni anno migliaia di podisti da tutto il mondo (oltre 16mila gli atleti al via quest’anno). Il 46enne leccese ha percorso i canonici 21,097 chilometri con il fantastico tempo di 1.17.58 (19esimo assoluto e primo degli italiani), a ridosso dei migliori, tra cui alcuni atleti professionisti, conquistando il primo posto di categoria.

La partenza della gara è da Hyde Park, uno dei parchi più famosi di Londra. Il percorso si snoda attraverso altri tre parchi leggendari: St.James’s Park, Green Park e Kensington Gardens, offrendo anche una vista magnifica di alcune attrazioni come Buckingham Palace, Trafalgar Square, London Eye, Downing Street, Marble Arch e The Royal Albert Hall. La finish line è situata in Hyde Park, nello stesso punto della partenza, dopo aver attraversato il cuore di Londra e il calore di un pubblico festante.

Un risultato eccezionale, che conferma i progressi dell’atleta salentino, capace di imporsi a livello internazionale nonostante l’approdo al mondo dell’atletica solo da pochi anni. “Ringrazio il mio preparatore Huber Rossi e il nutrizionista Francesco Fagnani per i preziosi consigli e per il lavoro svolto nelle ultime settimane – ha commentato Roselli –. Dedico questo traguardo a me stesso e alla mia famiglia”. Di certo per Sir Franzi questo non è un traguardo ma solo un’altra tappa di un percorso fatto di fatica e sacrifici, affrontati sempre con il sorriso e una buona dose ironia, che lo hanno reso celebre e amato nel mondo dei runner. Una passione, quella per la corsa, che scorre accanto al suo lavoro, portandolo ad allenarsi la mattina all’alba, quando la città dorme ancora, oppure sacrificando (come molti suoi “colleghi”) la pausa pranzo. La corsa, proprio come la vita, difficilmente ti regala qualcosa, ci vogliono applicazione, metodo e costanza. Doti fisiche e mentali su cui costruire i propri successi, spingendo sempre più in alto l’asticella, percorrendo centinaia di chilometri in base ad allenamenti specifici. Lasciato il Regno Unito, Roselli ha già ripreso la preparazione in vista dei prossimi impegni e delle prossime sfide. Domenica, infatti, sarò al via della Parma marathon, ultimo test in vista della maratona di New York del prossimo 5 novembre.

Con Roselli nella trasferta oltremanica, un’altra grande atleta Gpdm: Julia Boyd, inglese d’origine ma salentina d’adozione. Nella “mezza dei parchi” ha stabilito il suo nuovo primato personale, fermando il cronometro in un’ora e 38 minuti. Davvero un bel risultato per un’altra runner in continua ascesa.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

  • Codacons: tariffe telefoniche in grave aumento

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

  • Scontro frontale tra due auto: 4 feriti. Coinvolta anche un’autocisterna

Torna su
LeccePrima è in caricamento