rotate-mobile
Università Monteroni di Lecce

Cento studenti di Ingegneria si sfidano nella progettazione di modellini di auto da corsa

Il tracciato è stato allestito per l’occasione all’interno del complesso universitario Ecotekne e comprenderà ostacoli come salti, scambi di corsia, sopraelevate e paraboliche

MONTERONI DI LECCE - Più di cento studenti dei corsi di laurea del Dipartimento di Ingegneria dell’innovazione dell’Università del Salento si sfideranno domani, venerdì 9 giugno 2023, nella prima edizione della “UniSalento Mini 4wd cup”, competizione tra modellini di piccole auto da corsa. Dopo le selezioni preliminari e le prove libere di questi giorni, domani la finale - tra dieci team - si svolgerà dalle ore 9:00 nell’edificio “Angelo Rizzo” del complesso Ecotekne (via per Monteroni);

La manifestazione organizzata presso UniSalento è stata strutturata secondo la categoria “Jump”, che richiede un livello di progettazione calibrato sulla formazione universitaria.Il tracciato è stato allestito per l’occasione all’interno dell’edificio universitario e comprenderà ostacoli come salti, scambi di corsia, sopraelevate e paraboliche.

"L’idea progettuale nasce da una mia passione" racconta il professor Francesco Tornabene, che ha organizzato la competizione assieme alla professoressa Carola Corcione, "e ha trovato il supporto delle associazioni studentesche, delineandosi così come un percorso formativo di tipo laboratoriale. Gli studenti hanno potuto sviluppare creatività e conoscenze tecnologiche, mettendo a frutto le nozioni acquisite nei miei corsi di Scienza delle costruzioni, Biomeccanica e Meccanica computazionale e nel laboratorio di Prototipazione rapida della collega Corcione".

Il circuito di gara

"Alle squadre partecipanti è stato consegnato un modello base della vettura - prosegue -  che gli studenti sono stati chiamati ad analizzare per poi decidere l’assetto da dare al modellino ai fini della gara. Nel rispetto di un regolamento tecnico, i partecipanti hanno potuto ottimizzare la configurazione del telaio, dei damper, nonché una serie di componenti della vettura, con l’obiettivo di migliorarne le prestazioni. Si è resa necessaria, dunque, una fase preliminare di progettazione e analisi strutturale, che ha seguito le nozioni acquisite nel percorso formativo".

"Le attività laboratoriali di prototipazione rapida rientrano in un più ampio progetto di dottorato della dottoressa Valentina De Carolis, che ha seguito tutte le fasi sperimentali, dalla modellazione alla stampa - aggiunge la professoressa Corcione - il progetto di dottorato è in collaborazione con l’azienda Reinova, che parteciperà all’evento e supporterà gli studenti nell’ottimizzazione delle performance e della componentistica elettrica. Dal disegno all’ottimizzazione strutturale, dalla modellazione al design fino alla vera e propria realizzazione tramite stampa 3D e prova su pista dei componenti realizzati: questi gli aspetti con i quali si cimenteranno i partecipanti. In quest’ottica, sarà fondamentale il lavoro di squadra e lo sviluppo di abilità ingegneristiche di tipo multidisciplinare".

Il progetto è inserito nel “Piano strategico d’Ateneo” con l’obiettivo di potenziare le attività per l’apprendimento permanente e per la promozione delle competenze trasversali degli studenti. Al termine della manifestazione, verrà stilata una classifica in base ai punteggi ottenuti in gara e verranno assegnati un premio alla vettura con il maggior numero di componenti stampati in 3D e alla vettura con assetto più innovativo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cento studenti di Ingegneria si sfidano nella progettazione di modellini di auto da corsa

LeccePrima è in caricamento