Dopo 24 ore altra truffa dello specchietto: questa volta preso l’autore

Dopo l’episodio del giorno prima, un altro colpo tentato a castri di Lecce: in quest’occasione identificato il responsabile

Il materiale sequestrato dai carabinieri.

CASTRI DI LECCE – Un truffatore “dello specchietto” in manette. Umberto Amico, 34enne residente a Noto, nel Siracusano, è stato fermato nella giornata di ieri a Castri di Lecce, dai militari di Calimera.AMICO - Copia-2

Risponderà dell’accusa di tentata truffa. Il 34enne avrebbe infatti provato a perpetrare l’ennesimo raggiro ai danni di una persona anziana, di 71 anni. Dopo aver mostrato il proprio specchietto rotto, ha accusato la vittima e ha preteso da quest’ultima il pagamento della somma di 350 euro, come risarcimento del danneggiamento. Esattamente come avvenuto il giorno prima, ad opera di un individuo ignoto, a Bagnolo del Salento. TRUFFA DELLO SPECCHIETTO 1-2

Ha abbandonato il piano soltanto davanti alla diffidenza del 71enne: il pensionato ha infatti allertato il 112. Il 34enne è stato rintracciato poco dopo, a bordo di una Alfa Rome Giulietta, con il figlio di 13 anni accanto. Sulla vettura un attrezzo per smontare le ruote utilizzato per simulare, durante la marcia, il contatto con la vettura del malcapitato di turno. Il minorenne è stato affidato alla madre, per l’uomo sono scattate le manette e si sono aperte le porte del carcere.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • La barca s'incaglia, i tre pescatori tornano a riva sfidando il mare gelido

  • Dove c'era il lido, ecco spuntoni e detriti: scattano di nuovo i sigilli

  • A spasso in centro con eroina e cocaina: finisce in manette un 48enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento