Tentano sgangherata rapina al benzinaio: incendiano auto usata in altri colpi

L’episodio nella serata di martedì, sulla provinciale che collega Novoli a Veglie. In quattro hanno chiesto il denaro al malcapitato, ma sono subito scappati. Hanno dato fuoco alla Fiat Uno nelle campagne: è la stessa del colpo a Guagnano

Il distributore "visitato" dalla banda.

NOVOLI – In quattro provano a mettere a segno un sgangherata rapina ai danni di un benzinaio. Ma il colpo non riesce e i malviventi fuggono, per poi dare alle fiamme una vecchia auto: è la stessa utilizzata in recenti episodi tra Salice Salentino e Guagnano. L’episodio nella serata di ieri, sulla strada provinciale 15, quella che collega Novoli a Veglie. Con i volti travisati i componenti di una banda, presumibilmente composta da individui molto giovani, si sono presentati presso l’area di servizio “Conversano” intorno alle 20. L'attività è stata presa di mira anche in passato.

Hanno finto di dover fare rifornimento e si sono accostati alla pompa di benzina a bordo di una Fiat Uno. Da lì è partita la richiesta di denaro al benzinaio. Una mossa dei rapinatori però poco convinta, quasi timida. Tanto che questi ultimi hanno desistito autonomamente, lasciando il colpo incompiuto. Forse disincentivati dall’atteggiamento impassibile del dipendente della stazione di servizio, o forse semplicemente impauriti, si sono dileguati lungo la provinciale, facendo perdere le proprie tracce.

Almeno fino a quando, poco dopo, quell’auto vecchia di trenta anni è stata rinvenuta in fiamme nelle campagne della zona, poco distanti dal distributore. Sul posto, oltre ai vigili del fuoco del distaccamento di Veglie, anche i carabinieri della stazione di Novoli e i colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia campiota. Immediate le ispezioni sulla carcassa metallica della vettura, per cercare di recuperarne la provenienza, nonostante sia stata del tutto incenerita dal fuoco. Importante questa fase investigativa anche per far luce sulle recenti rapine messe a segno tra Salice Salentino e Guagnano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel secondo comune per esempio, appena cinque giorni addietro, il piano di quattro malviventi ha fruttato un bottino di appena 200 euro, all'interno del discount "Eurospin". Sarebbero gli stesi secondo gli inquirenti.  Sono in corso le indagini per risalire agli autori, si spera tramite i filmati dei sistemi di videosorveglianza. Non è escluso che possa trattarsi di qualche giovane banda nord-salentina, forse giunta dai comuni a ridosso con le altre due provincie. Poco prima, nella vicina Veglie, un individuo solitario si è invece presentato in sella a una bici presso un'agenzia di scommesse del luogo, la Snai. È riuscito ad arraffare una somma di circa 300 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si scontra con un'auto e vola dalla bici, grave un 11enne

  • In acqua per fare snorkeling, annega mamma 44enne in vacanza

  • Positiva prima di un day service ambulatoriale: nuovo caso Covid-19 nel Salento

  • Malore mentre si trova in acqua: riportato a riva, ma ormai senza vita

  • Paura sulla tangenziale: ragazza perde il controllo e finisce sul guardrail

  • Attende una donna conosciuta online, si ritrova i rapinatori in casa: denunce

Torna su
LeccePrima è in caricamento