"Il colore delle cose fragili": il libro di Cristina Carlà

Il colore delle cose fragili è la parte migliore di Cristina Carlà.

Cristina non è un’esordiente, la sua penna ha già percorso svariati sentieri, è poliedrica, si sperimenta e si re-inventa, ma sempre grazie alla parola.

Il libro è un mix di prosa e versi, una scrittura in movimento che racconta le cose del mondo, descrive la bellezza che ritrova per caso nella vita di tutti i giorni e nei gesti comuni. A guidarci in
questa lettura pochi capitoli che si colorano di viola (per il cambiamento), blu (per l’amore), rosso (per la femminilità), nero (per il male).

Cattura immagini, descrive luoghi, si muove, è vera, mai retorica. Ci invita a spalancare la finestra sul mondo delle cose, le sue cose, che diventano nostre. Le cose semplici, ma che fanno rumore.

Cristina sembra dirci (urlando in un orecchio “Ci siamo dentro tutte e tutti”). Fidiamoci quindi quando ci racconta fotogrammi del contemporaneo (i giovani su un treno) o immagini della realtà quotidiana (le mamme che in pizzeria ordinano per lei, che tristezza!).

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • Il dovere della madre: il romanzo di Anna Polin

    • 18 luglio 2020
  • "Argo": incontri ravvicinati

    • Gratis
    • dal 26 giugno al 30 ottobre 2020
    • online
  • L’estate pugliese dei ragazzi e delle ragazze nelle Case Speciali

    • dal 15 giugno al 17 luglio 2020
    • Cantieri Teatrali Koreja

I più visti

  • Io mi alleno a casa con Agnese: l'evento su youtube

    • Gratis
    • dal 29 marzo al 31 luglio 2020
    • https://www.youtube.com/channel/UCv6hS1gY1EEtLJCGzoO8zGg
  • “Clown”: la mostra di Franco Baldassarre

    • dal 20 giugno al 30 settembre 2020
    • Castello Aragonese
  • La mostra di Pietro Guida al Castello di Copertino

    • dal 14 luglio al 19 settembre 2020
    • Castello di Copertino
  • Impazza la moda degli "spupazzi"

    • Gratis
    • dal 9 giugno al 11 agosto 2020
    • Gli Spupazzi
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    LeccePrima è in caricamento