Darsena di San Cataldo abbandonata: arriva l'estate, restano le alghe e i ratti

Una nuova segnalazione da "Lo Sportello dei diritti": la struttura che per anni è stata un punto di riferimento per i diportisti leccesi, ma non solo, continua a languire nel degrado. Nel luglio scorso è stato firmato un disciplinare tra Comune e Regione Puglia per la riqualificazione

SAN CATALDO (Lecce) – L’abbandono nel quale versa la darsena di San Cataldo è un pugno che bussa sulla porta dell’amministrazione comunale. Lo scrive Giovanni D’Agata dello “Sportello dei diritti” che chiede un intervento diretto del sindaco, Paolo Perrone. Poco meno di un anno addietro sono stati firmati tra Comune e Regione Puglia i primi due disciplinari relativi alla riqualificazione delle marine leccesi, riguardanti proprio la darsena e Torre Rinalda.

Ma la stagione estiva è dietro l’angolo eppure la marina che dista solo pochi chilometri dal capoluogo presenta un’immagine deprimente di quello che per decenni è stato un punto di riferimento per i diportisti leccesi ma anche per quelli di passaggio.

Intorno alla metà di maggio - grazie ad un progetto coordinato del Dipartimento di Scienze Ambientali dell’Università del Salento che ha permesso il ripascimento delle dune di Torre Veneri invece dello smaltimento in discarica - sono stati completati i lavori di rimozione della Posidonia dal fondo del canale di accesso, la cui presenza ostacolava di fatto il regolare deflusso delle imbarcazioni e aveva portato all’emanazione di un’ordinanza che impedisce l’ormeggio.

Tuttavia lo specchio d’acqua interno risulta oggi invaso da alghe e per questo ancora più stagnante, con conseguente profluvio di cattivi odori e la presenza, secondo quanto riferisce D’Agata, di ratti “che costituiscono, per l'appunto un serio problema di salute collettiva specie nel periodo di maggior afflusso di concittadini e turisti nelle residenze estive”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“E' lo specchio, - conclude il presidente dello Sportello di diritti - di un vero e proprio fallimento per l'intera amministrazione leccese che nonostante le promesse di soluzioni definitive non è pervenuta a nulla e l'estate 2015 verrà ricordata negli annali della comunità leccese come la prima stagione senza la darsena". Intorno alla struttura è sorto anche un contezioso legato ai canoni di ormeggio tra un gruppo di diportisti e la cooperativa che la gestisce”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc a Calimera: medico di base colpisce con calci e pugni un 87enne

  • "Assalto" all'ipermercato per le offerte pasquali: assembramenti, arrivano i carabinieri

  • Coronavirus, muore 40enne positivo. Stretta su Pasqua e Pasquetta: “Nessuna gita consentita”

  • Epidemia da Covid-19: cinque decessi in provincia di Lecce, 18 nuovi casi

  • Incendiano l’auto di un 33enne: ma le videocamere immortalano la scena

  • Il passo del contagio ancora lento, ma in provincia di Lecce tre decessi

Torna su
LeccePrima è in caricamento