Unioni di fatto, continua su Fb la querelle tra Capone e Mantovano

Botta e risposta tra la candidata del Pd alle primarie e l'ex sottosegretario all'Interno del Pd: "Loredana non mi ha ancora accusato di aver abbattuto le Twin towers e da bambino di aver concorso alla strage dell'Italicus"

LECCE – Continua il botta e risposta su Facebook tra la candidata del Pd alle primarie di Lecce  Loredana Capone e l’ex sottosegretario all’Interno del Pdl Alfredo Mantovano. L’argomento della discussione è sempre la famiglia, "Lecce città friendly", un'idea di inclusione sociale, secondo il centro sinistra, a cui il centro destra ribatte con la domanda “se intendano promuovere iniziative sul modello dei cosiddetti registri per le unioni civili e altre forme di equiparazione di unioni diverse da quelle definite dalla Costituzione"  http://www.lecceprima.it/politica/elezioni-comunali-2012/sul-web-lecce-e-poco-friendly-una-polemica-a-tre-voci.html

Loredana Capone non ci sta e pubblica sulla bacheca del social network una mitragliata senza esclusione di colpi: “Tale padre, tale figlio politico. Dopo lo show di Ripa http://www.lecceprima.it/politica/ripa-chiede-scusa-ma-il-popolo-della-rete-vuole-le-sue-dimissioni.html, che su Facebook vanta Mantovano tra i suoi mentori politici, arriva l'ennesima dichiarazione ipocrita dal centrodestra pugliese. Ribadisco quello che ho già detto in altre sedi – continua la candidata alle primarie -  per me non esiste una forma di esclusione sociale diversa dalle altre. Per me la battaglia è contro tutte le forme di discriminazione. Lecce Friendly, Lecce amichev...ole, è una città senza barriere architettoniche, dove gli stranieri non muoiono per strada di stenti, dove si riduce la disoccupazione, dove le periferie non sono trattate come ghetti e i cittadini più poveri non sono considerati abitanti di Serie B. E dove gli omosessuali non devono avere paura”.

E conclude: “Forse Mantovano giovedì scorso era distratto, impegnato a Roma a votare in Parlamento, a sostenere che Cosentino è un politico immacolato (ma dopo aver detto che Ruby era la nipote di Mubarak, in effetti, vale tutto). Non si è reso conto a Lecce era inaugurata la prima linea del Filobus con soli 1700 giorni di ritardo e che non è possibile l'accesso ai non vedenti. Invece di cavalcare sulla paura primitiva del diverso, Mantovano si prendesse cura della sua gente. Non c'è niente di più offensivo che trattare una persona a rischio di esclusione sociale come una 'categoria protetta' e non è quello che intendo fare”.

La risposta di Alfredo Mantovano non tarda a giungere: L'avvocato Loredana Capone è persona moderata. Per questo non mi ha (ancora) accusato di aver abbattuto le Twin towers e, da bambino, di aver concorso alla strage dell'Italicus. Il resto c'è tutto, o quasi. Il suo agitarsi, così in contrasto con l'immagine di persona dedita al dialogo e alla riflessione, dipende evidentemente dall'imminenza delle primarie del suo schieramento e dal timore di non farcela. Timore del tutto comprensibile; quello che contesto alla vicepresidente della Regione è di provare a superarlo tenendo tutto insieme: frequentazione delle parrocchie e invito all'onorevole Concia inclusi. Se lei ritiene che le due cose, fra le altre e al netto degli strali (anche) nei miei confronti, siano perfettamente coerenti la prossima volta che fa venire a Lecce una delle più accese sostenitrici del matrimonio fra persone dello stesso sesso la porti con sé nelle parrocchie. E poi ce la racconti”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • il problema non è l'omosessualità o il diritto di essere sessualmente diverso. è sbagliata però l'esaltazione e l'ostentazione dell'omosessualità, in particolar modo sui media televisivi. non è educativo per i bambini che guardano e che possono fare domande imbarazzanti ai propri genitori.

  • On.mantovano nn è un retrogate meridionale,ma semplicemente un uomo che crede fortemente nei valori della famiglia!!e visto che parliamo di coscienze..come ho già. detto più volte,vista la grave situazione di crisi che attraversa il paese,il degrado e la povertà che avanzano a dismisura,credo che il tema"gay pride" nn dovrebbe nemmeno passare per la testa dei politici!che si occupassero di trovare del lavoro per i giovani

    • Ma cosa c'entra scusa? Cosa c'entra il problema del lavoro con i gay? E' stato RIPA a sparare la stupidaggine su cui ancora stiamo discutendo.... E' come dire che chi si occupa di trasporti toglie spazio al problema dei giovani... Ma per cortesia! Visto che Mantovano "crede nei valori della famiglia" piuttosto che prendersela col gay pride avrebbe potuto fare qualcosa in più per le famiglie italiane: come asili nido, scuola, sostegni economici, ecc.... In paesi più laici del nostro alla famiglia "ci tengono" veramente! Ma con i fatti non con le parole!

      • ..ringrazio di essere italiano e di antichi valori ..

        • PS: secondo i tuoi antchi valori la Chiesa dovrebbe mettere ancora sul rogo chi pensa che la Terra giri intorno al Sole?

        • ANTICHI VALORI: allora perchè non vai a liberare Gerusalemme con la scimitarra????

        • Avatar anonimo di marco
          marco

          in questo caso "antichi valori" = ignoranza. infatti sono 2 le cose: o chi dice questa cosa è ignorante (non come offesa ma nel vero senso della parola, cioè si ignora per es. che siamo nel 2012 e non nel 1945 quando "esseri umani" omosessuali si deportavano solo per questo, poi se addirittura si è daccordo con questo non è questione di ignoranza ma di pazzia) e quindi non percisce il peso e le conseguenze a cui hanno portato il suo stesso modo di agire, fare,dire. oppure è di destra (o peggio di estrema destra) e ripete ritornelli sentiti dai suoi amici razzisti e omofobi (ricordate che i politici di alto rango portano avanti questi principi atavici solo per raccogliere i voti di gente stupida che ci crede davvero nel razzismo, magari loro per primi vanno a trans o sono gay come la storia insegna e io aggiungerei ... contenti loro). per intendersi Quelli di sinistra ne hanno altri di ritornelli stupidi. non è questione di destra e sinistra. io sto parlando con il mio cervello e dico quello che io penso. non dico quello che un gruppo politico ripete in coro come delle pecore. infatti io penso: metti caso che mi chiamo maurizia fanga magari sono leghista (che loro sono razzisti con qualsiasi cosa) o di casapound o magari mi sento una fascistella militante per sentirmi qualcuno nella vita e un bel giorno mi nasce un figlio che crescendo scopre di essere omosessuale. come la penserò. mio figlio, sangue del mio sangue etero di italica fattura littorica, avrà lo stesso diritto di godere di tutti i diritti civili come me sua madre o tutti i cittadini della nazione di cui io sono fiero? o dovrà essere sempre emarginato, svantaggiato e ghettizzato e schernito e @#?*%$ato e additato da tutti. magari anche da me? Ma se la pensu cusì ce cristianu addhu bbessere? na bestia ca se mangia li fiji soi stessi? magari mi suicido perchè non reggo le risatine alle spalle dei miei amici fascistelli come me... ma dai... chiunque ragionando con mente e cuore non la può pensare che in un modo. spero... così si sta svantaggiando una minoranza di cittadini per i propri gusti sessuali che sono naturali, come nascere di sesso maschile o avere i capelli neri o nascere al meridione o nascere etero. è la natura che comanda non il soggetto che sceglie di nascere. stiamo parlando di razzismo e qualsiasi tipo di razzismo = schifo chi è razzista dovrebbe guardarsi allo specchio e sputarsi da solo. questo me lo dice il mio cervello non vendola o perrone o la capone. Se si ragiona con il proprio cervello a volte la soluzione viene spontanea.

  • Purtroppo Mantovano non è che il simbolo di una cultura (molto diffusa in Italia e a Sud specialmente) arretrata e rozza, abituata ad essere indulgente col maschilismo (vedi vicende berlusconiane...) e fobica nei confronti dell'omosessuaità e di tutto ciò che riguarda le scelte private e personali. Anche il richiamo alla Chiesa avviene quasi sempre su questioni che riguardano la sessualità e mai veramente per la carità evangelica. Non è questione di destra o sinistra: tanti politici europei di destra sono anche omosessuali: è proprio un'arretratezza di pensiero e una paura del nuovo. Questo atteggiamento di ignoranza è piuttosto comune nella gran parte della popolazione: purtroppo è altrettanto diffuso ma meno gustificabile nelle classe dirigente che dovrebbe essere la parte illuminata e avanzata della società. Così non è in Italia: per Mantovano diventa uno strategemma per distogliere l'attenzione dai problemi veri. Il suo centrodestra è stato al governo della Città per 15 anni e negli ultimi 4 in quello del Paese. Se Mantovano riconosce adesso l'esistenza di problemi sociali, di povertà e di disagio economico farebbe bene a non mettere in mezzo il gay pride (che con questi guai non c'entra veramente nulla) e a farsi un'esame di coscienza!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Finti disoccupati: donne ”assunte” nell’autolavaggio e laureati in nero, 71 indagati

  • Cronaca

    Legge un articolo su LeccePrima e aiuta i poliziotti a incastrare il rapinatore

  • Sport

    Verso la Reggina con la lezione di Siracusa. Padalino chiede più cinismo

  • Cronaca

    Omicidio del vigilante: i fratelli Tondo in carcere dopo la condanna definitiva

I più letti della settimana

  • Guida e accompagnatore turistico: dall'11 ottobre iscrizione al concorso

  • Renzi loda Perrone, affossa il Pd e accredita il M5S come la vera alternativa

  • Vita da pendolari nel Salento: proteste per i disagi sulle linee Fse

  • Cantieri in tutta Italia e posti di lavoro. Renzi punta anche sulla ferrovia Bari-Lecce

  • Trasporto urbano gratuito, l’elenco dei requisiti per poterne beneficiare

  • Nuova caserma, apertura a breve. Taglio del nastro col ministro Alfano

Torna su
LeccePrima è in caricamento