Xylella e sostegno agli olivicoltori, Fitto e De Castro incontrano Emiliano

La proposta presentata nei giorni scorsi è stata illustrata anche al presidente regionale. Il progetto presto sarà pronto

BARI - I due europarlamentari salentini Raffaele Fitto e Paolo De Castro sono stati oggi a Bari per un incontro con il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. Obiettivo era presentare la proposta di un Piano di ristrutturazione post Xylella. Con l’incontro odierno, si è così chiuso il ciclo di appuntamenti istituzionali, iniziato dai due commissari europei interessati, Vytenis Andriukaitis alla Salute e Philp Hogan all’Agricoltura, proseguiti con il ministro all’Agricoltura, GianMarco Centinaio, e, in seguito, con le associazioni di categoria e ordini professionali.

La proposta riguarda una misura del Psrn per dare risposte al mancato reddito e una prospettiva al territorio colpito dal batterio degli ulivi, un’azione di eradicazione e ripopolamento inserita in un piano nazionale di sviluppo rurale, per il quale si stima che possano occorre circa 100 milioni di euro. Si parte dal presupputsto che nella sola provincia di Lecce ci sono circa 10 milioni di ulivi distribuiti su 100mila ettari, di cui almeno un terzo, secondo le stime, è stato aggredito dal batterio. Quindi, circa 35-40mila ettari.

"Il clima adesso è cambiato"

Fitto e De Castro sottolineano anche oggi più che mai che il piano non è in alternativa a nessun’altra iniziativa di carattere legislativo, legge quadro o speciale, né ad altre misure, ma frutto di un lavoro nato da una continua sollecitazione da parte di agricoltori, operatori turistici e cittadini in generale per arrivare a soluzioni concrete, mettendo da parte polemiche e scaricabarile su una questione che sta a cuore a molti.

“Il clima è cambiato e l’incontro di questa mattina con il presidente Emiliano – commentano i due europarlamentari - è stato all’insegna della cordialità e della volontà di lavorare in sinergia per tentare, in corso d’opera, di cambiare un Psrn  e i  Psr già avviati, co-finanziati dall’Europa”.

Per Fitto e De Castro “avere  l’assenso di tutti i protagonisti istituzionali era propedeutico per poter formulare una proposta nel dettaglio”. Per i prossimi giorni annunciano quindi un documento finale che sarà sottoposto a tutti gli attori in campo per un impegno formale. Dopo agosto, intendono convocare un tavolo per rendere concreto il progetto.

Emiliano: "Bene lavorare insieme"

Dal canto suo, Emiliano ha commentato, a margine dell’incontro, che “la Regione Puglia oltre ad investire nella ricerca per continuare a cercare la possibilità di sconfiggere il batterio ed oltre all’attuazione di una strategia che intende realizzare assieme al Governo per accelerare il più possibile nella zona cuscinetto i tagli per limitare e rallentare l'espansione della malattia, intende sostenere il settore dell’olivicoltura pugliese e si pone il problema di come far sopravvivere le imprese e soprattutto i piccoli olivicoltori”.

Emiliano ha aggiunto che “dobbiamo restituire agli olivicoltori la capacità di resistere agli eventi che si stanno verificando” e ritiene che la proposta di Fitto e De Castro vada in questa direzione: “Significare all'Unione Europea, ma anche al Governo nazionale, la necessità di consentire a queste entità decisive per la tutela del territorio e della nostra forza produttiva, di aumentare la loro capacità di resistenza sostituendo con finanziamenti i mancati introiti, ed evitare la desertificazione produttiva e del paesaggio”. 

“In questo momento – ha concluso il presidente - la cosa più importante è che la Puglia sta mettendo in campo una collaborazione istituzionale trasversale anche tra diverse forze politiche rispetto al problema Xylella, nella consapevolezza di quello che sta accadendo, con la volontà di collaborare in maniera sincera e senza specifici protagonismi”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (8)

  • ...ekkkoli che tornano Salvatori della patria!!! (la loro).

  • Pagliacci privi di qualsivoglia affidabilità. Tutti.

  • Fritto sarebbe meglio si andasse a nascondere.......La vera rovina del Salento è proprio lui......NON HA MAI FATTO NULLA PER IL TERRITORIO si è preoccupato delle sue tasche e delle sue innumerevoli società. ......Adesso vuol parlare di XyLella :) ridicoloooooooo RI DI CO LO !! ......Credo ci voglia anche coraggio......dal 2013/2014 (anni in cui scoppio il caso) si stanno svegliando oggi....mmhaaa??!! .....ricorderei che nel 2014 allorquando vennero a Lecce presso la sede della regione i tre magi VEDOLA SILLETTI E MARTINA, FITTO NON C’ERA, ed non fu data opportunità alle delegazioni di olivicoltori e vivaisti (li presenti all’esterno) di poter partecipare e rappresentare il problema con cognizione e dati di fatto. .......VERGOGNATEVI !!!!! Fitto sparisci dal panorama che già di mostri tipo Marti, Perrone e via dicendo, ne hai sfornato .

  • Accecati dal disfattismo! Non vi rendete conto della complessità e difficoltà del problema. Eppoi, seppure in ritardo secondo voi, una volta che si prendono decisioni positive tra forze politiche avversarie, non si dovrebbero attuare perché a voi sono antipatici? Quali altre soluzioni proponete, voi che diffidate di tutto e di tutti? Sentiamo che progetto scaturisce dalla vostra esperienza e dalla vostra sapienza! Sommessamente evidenzio che quella gente lì non è lì per volontà divina. Qualcuno l'ha votata! Al prossimo turno non gli darete più la vostra fiducia, ma state attenti a non cadere dalla padella alla brace: vedi i voltafaccia dei grillini sulla Tap o le trovate da maestrino di Di Maio sull'Ilva. Arriva lui con il lapis rosso e blu a correggere il compitino e intanto Taranto si copre di polvere rossa. Per favore non lasciatevi illudere troppo dalle "novità" e non crediate che sfasciando tutto le cose migliorino! E smettetela di usare i social solo per insultare, coperti da un comodo e vile anonimato. Un conto è esprimere un proprio pensiero, una opinione pacata e ragionata e un conto è sbrodolare dei giudizi con ingiurie. Non otterrete niente.

  • emilianucolo é un personagetto insignificante, se non fosse anche pericoloso. in tre anni nulla ha fatto per il Salento se non parole a vanvera. per il tap si dice addirittura d'accordo e fa finta di volerlo spostare a Brindisi ( dove fra l'altro sa che non lo vogliono...)per la s.s. 275 maglie-leuca per mesi i lavoratori hanno chiesto un incontro se ne é sempre strafregrato ( perché non é la altamura -matera,altrimenti sarebbe intervenuto subito...) per la Xilella l'unico suo obiettivo é che il batterio non arrivi in provincia di bari , per il resto gode che nel resto della regione ci siano seri problemi, infatti nonostante il problema é in atto da diversi anni gli olivicolotori salentini non hanno visto una lira... senza contare numerosissime altre vicende dove ha speso solo parole ( per lo più a vanvera)

  • Emiliato

  • Vedendovi in foto mi viene il volta stomaco. Dopo che l'ulivo Salentino è quasi scomparso, si fanno vivi i Dinosauri della Politica e le nuove Proposte. VERGOGNATEVI andate a Zappare

Notizie di oggi

  • Cronaca

    In tre lo accerchiano sotto casa, commerciante pestato e rapinato

  • Cronaca

    Fiamme nella lavanderia del b&b, attimi di paura nel centro storico

  • Politica

    Albanese, donna, progressista. Dopo gli insulti, rilancia: "C'è un'Italia migliore"

  • Politica

    Esposto contro Tap a firma di senatori e deputati: "Garantire il diritto all'ambiente"

I più letti della settimana

  • Attacco allo stand della Lega nella piazza, ragazza contusa

  • Oltre 1 chilo di cocaina, arrestato il fratello del boss del clan "Vernel"

  • Esalta il fisico con gli abiti giusti

  • Far West vicino alla banca: spari in aria, rapinati 35mila euro

  • Malore improvviso, cameriere cade e batte la testa: in codice rosso

  • Intonano cori da stadio a Pescara, leccesi aggrediti. Uno accoltellato

Torna su
LeccePrima è in caricamento