Il Lecce stende con merito il Toro: Farias e Mancosu per la prima vittoria

Con un gol per tempo i salentini mettono ko la squadra di Mazzarri. Pareggio momentaneo di Belotti su rigore e nel recupero, dopo due minuti davanti al monitor, l'arbitro Giua non concede un secondo penalty

L'esultanza dopo il gol di Farias (foto Chilla).

LECCE - Dopo due lunghissimi minuti passati davanti al monitor per valutare la trattenuta di Rispoli su Belotti, quando il cronometro ha superato abbondantemente anche il limite dei quattro di minuti concessi e poi prolungati per un intervento dei sanitari del Lecce, l'arbitro Giua decide di far proseguire il gioco con la rimessa dal fondo, tra i fischi del pubblico di casa, e la squadra di Liverani conduce in porto una vittoria meritata contro il Torino, cancellando lo zero in classifica al cospetto di mille e duecento tifosi giunti nel capoluogo piemontese. 

Il successo è maturato grazie alla rete di Farias nel primo tempo e quella decisiva di Mancosu, nella ripresa, dopo che il capitano dei granata aveva pareggiato al 58' su rigore scaturito da un contatto davvero veniale tra Tabanelli e il neo entrato Zaza. Ed è stata forse anche quella concessione di manica molto larga (di iniziativa del direttore di gara) a determinare una valutazione differente nell'ultima azione: in fondo, Belotti punta il piede per terra lasciandosi spingere dal terzino del Lecce, che si aiuta sì con le mani quando ancora il cross dal fondo deve partire, ma che non può certamente immobilizzarsi quando l'attaccante si blocca davanti a lui.

Episodi a parte, la squadra di Liverani ha costruito la sua vittoria con generosità fisica, lucidità mentale e una qualità del fraseggio lodevole per una neopromossa che non rinuncia mai alla sua identità costruttiva. Non sempre il gioco riesce, ma quando la palla scorre il risultato è davvero apprezzabile. Bravi Calderoni e Rispoli a contenere e infilare più volte gli esterni De Silvestri e Aina, bene la linea mediana con Tabanelli, Tachtsidis e Majer - con lo sloveno una spanna sopra gli altri due -, diligenti i centrali Lucioni e Rossettini, pur gravati del cartellino giallo dopo 18 minuti. Falco in diverse circostanze ha seminato il panico, ha permesso alla squadra di risalire il campo, ha creato al minuto 35 le condizioni, insieme a Majer, per il gol di Farias, cui va il merito di aver concretizzato con cinismo l'unica opportunità avuta. E nella ripresa l'ingresso al minuto 62 di Mancosu per Lapadula, autore di una prestazione da Libro Cuore, e di Babacar per Farias, ha dato la possibilità al Lecce di uscire dalla propria metà campo nella quale per un quarto d'ora consecutivo era stata schiacciata dal Toro che, dopo un gol annullato a Belotti (per fuorigioco, con l'ausilio del Var che ha confermato la segnalazione dell'assistente dell'arbitro), era pervenuto al pareggio con il discutibilissimo penalty.

farias-2Alla fine del match anche le statistiche danno ragione al Lecce: ha tirato più del Torino verso la porta e anche con maggiore precisione, ed è andato sotto nella percentuale di possesso palla con un fisiologico 60-40 per i padroni di casa che hanno collezionato sette corner contro i tre dei salentini. La squadra di Mazzarri, a parte un colpo di testa ravvicinato ma fuori misura di De Silvestri nel recupero della prima frazione e una parata di Gabriel su tiro di Belotti, al termine di un pericoloso contropiede quando i salentini erano avanti per 2 a 1, non ha fatto molto altro, dimostrandosi nel secondo tempo piuttosto affaticata: ed è qui uno dei colpi da maestro di Liverani, quello di aver gestito la sua squadra, che è in una condizione di forma complessiva non ancora ottimale, al cospetto di un avversario con molte più gare ufficiali nelle gambe e con una preparazione partita molto in anticipo per gli impegni dei preliminari di Europa League.

Dopo il nuovo vantaggio con Mancosu, autore al 73' di un bel tocco al volo dopo la respinta di Sirigu su un gran tiro di Calderoni, il Lecce ha avuto un paio di buone opportunità per arrotondare il punteggio: al 77' il portiere dei granata si è superato su una bella conclusione volante di Babacar su cross di Calderoni e al minuto 88 è stato ancora l'attaccante senegalese ad arrivare al tiro, terminato al lato, dopo un bel dribbling in area di rigore. Premiata la scelta di Liverani di inserire nel quarto d'ora finale Shakhov per Majer: Mancosu è passato a fare l'interno e il possesso palla del Lecce è stato ancora più efficace, complice anche lo sfilacciamento di un Toro che si è dovuto arrendere a una squadra che ha risposto alla grande al primo momento di difficoltà della stagione dovuto al brutto ko interno con l'Hellas Verona. Domenica prossima i salentini ospiteranno il Napoli: Mancosu e compagni riprenderanno gli allenamenti mercoledì pomeriggio, a porte chiuse.

Il tabellino di Torino-Lecce 1 a 2

TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, Djidji, Bonifazi; De Silvestri (79' Laxalt), Baselli (72' Verdi), Rincon, Meité, Oina; Belotti (cap.), Berenguer (46' Zaza).  A disposizione: Lyanco, Lukic, Ujkani, Edera, Millico, Rosati, Bremer. Allenatore: Mazzarri

LECCE (4-3-2-1): Gabriel; Rispoli, Lucioni (cap.), Rossettini, Calderoni; Majer (81' Shakhov), Tachtsidis, Tabanelli; Falco, Farias (62' Babacar); Lapadula (62' Mancosu). A disposizione: Vigorito, Riccardi, Vera, Petriccione, Benzar, Dumancic, La Mantia, Dubickas, Gallo 

Marcatori: 35' Farias, 58 Belotti (rig.), 73' Mancosu
Ammoniti: 15' Rossettini, 18' Lucioni, 35' Berenguer, 45' Liverani, 50' Lapadula, 61' Tabanelli

Arbitro: Giua di Olbia
Assistenti: Ranghetti di Chiari e Imperiale di Genova
Quarto ufficiale: Marinelli di Tivolo
Var: Di Paolo di Avezzano
Assistente Var Nasca di Bari

La terza giornata

Risultati: Fiorentina-Juventus 0 a 0; Napoli-Sampdoria 2 a 0; Inter-Udinese 1 a 0; Genoa-Atalanta 1 a 2; Spal-Lazio 2 a 1; Brescia-Bologna 3 a 4; Parma-Cagliari 1 a 3; Roma-Sassuolo 4 a 2; Hellas Verona-Milan 0 a 1; Torino-Lecce 1 a 2.

Classifica: Inter 9; Juventus e Bologna 7; Torino, Napoli, Atalanta, Milan 6; Roma 5; Lazio, Genoa, Verona 4; Sassuolo, Cagliari, Brescia, Spal, Udinese e Lecce 3; Fiorentina 1; Sampdoria 0.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • I pacchi? In casa della postina infedele. E il figlio scovato con la droga

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

Torna su
LeccePrima è in caricamento