Ecco perché il fluoro è pericoloso per i bambini

Il fluoro è un prezioso alleato della nostra igiene orale, fa bene ai denti e previene la carie. Ma può essere pericoloso per i bambini sotto i 6 anni di età. Scopriamo il perché

Il fluoro fa bene ai denti e previene la carie, ma può essere pericoloso per i bambini

Tra i dentifrici anticarie, quelli al fluoro sono indubbiamente i più apprezzati ed utilizzati: il 90-95% delle preparazioni dentifricie, infatti, sono impreziosite da questo ingrediente.
Ma è sicuro anche per i più piccoli? 

L'importanza del fluoro
Questo minerale è davvero importante per la salute del nostro cavo orale: aiuta infatti a prevenire le infezioni dentali, prime fra tutte la carie, rallentando la distruzione dello smalto ed incentivando la sua rimineralizzazione. 
I dentifrici che contengono fluoro, rendono lo smalto dentale più forte e resistente allo sfaldamento causato dagli acidi della placca batterica ed un loro un utilizzo adeguato e costante riduce la formazione di carie del 33,3%, rispetto ai dentifrici che ne sono privi. 

Attenzione alle quantità 
L'Unione Europea ha vietato l'immissione sul mercato di dentifrici contenenti una quantità di fluoro superiore a 1500 ppm. I dentifrici di buona qualità ne devono contenere concentrazione che non sia eccessiva ma nemmeno troppo bassa: l’ideale è da 1.000 a 1.100 ppm (parti per milione).
Nei dentifrici, il fluoro non viene addizionato come tale, ma sotto forma di sali solubili. la fonte di fluoro più comune nei dentifrici è il fluoruro di sodio, mentre il fluoruro stannoso (SnF2) sembra essere il sale di fluoro più efficace nel ridurre l'incidenza di processi cariogeni e nel controllo delle gengiviti
La concentrazione di fluoruro in un dentifricio è espressa in parti per milione (ppm) e deve sempre essere specificata in etichetta; spesso però la quantità di minerale addizionata viene riportata solamente in percentuale. 
Per capire un po' meglio come convertire un valore percentuale in ppm, ci possiamo basare sul fatto che una percentuale di presenza di fluoruro dello 0,11% corrisponde a 500 ppm, mentre lo 0,32% corrisponde a 1500ppm.

Rischi e pericoli
Se inghiottito, il fluoruro può essere pericoloso per i bambini, che rischiano di assorbirne concentrazioni troppo elevate: ecco perché i dentifrici con concentrazione di fluoruro di 1.000 ppm non sono generalmente consigliati per loro.
I dentifrici per bambini fino all'età di 6 anni quindi, non devono contenere una concentrazione di fluoro superiore ai 500-600 ppm. In alternativa, le dosi applicate sullo spazzolino dovranno essere minime, al massimo delle dimensioni di un pisello.

Oltre al fatto che l'ingestione frequente e costante di fluoro durante i primi sette anni di vita rischia di decolorare progressivamente i denti permanenti, un'iperdosaggio di questo elemento nella dieta del bambino può portare alla fluorosi, una sindrome clinica-patologica caratterizzata da alterazioni della cromia e modificazioni funzionali dello smalto fino ad arrivare, nei casi più gravi, ad un progressivo irrigidimento delle ossa e conseguente deformazione dello scheletro. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Travolto da un’auto sulla litoranea di Santa Cesarea Terme: grave un ciclista

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

Torna su
LeccePrima è in caricamento